Cosa vedere in Giappone in 7 Giorni

Cosa vedere in Giappone in 7 Giorni

Dicembre 27, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Ti stai chiedendo se vale la pena di andare in Giappone avendo a disposizione 7 giorni?

La risposta è si, la cosa importante la prima volta che si visita il Giappone è partire. Anche se hai poco tempo sono sicura che vivrai delle esperienze grandiose.

Quindi valigia in spalla vediamo quale potrebbe essere il tuo itinerario di viaggio in Giappone per 7 giorni contando di visitare Tokyo, Kyoto e Osaka. Ovviamente il mio itinerario è organizzato in generale per vedere le attrazioni principali, poi in base alle tue esigenze potrai effettuare modifiche. Ad esempio se ti piace il Giappone tradizionale potresti decidere di trascorrere un giorno in più a Kyoto e uno in meno a Tokyo

 

 

Itinerario di viaggio in Giappone per 7 giorni

In questo viaggio in Giappone ho calcolato di arrivare a Tokyo e trascorrere i primi 4 giorni nella metropoli per poi trasferirsi a Kyoto per i restanti 3 giorni. Considera che sono 7 giorni di viaggio più 2 di viaggio, ciò vuol dire che in totale saranno 9 giorni di viaggio di cui 7 effettivi in Giappone.

 

1° Giorno

Parco di Ueno

Vi consiglio di iniziare la giornata a Ueno. Innanzitutto fate una passeggiata nel parco successivamente potete ammirare il tempio Kiyomizu Kannon-do e poi scendere verso lo stagno Shinobazu dove troverete il tempio Bentendo. Camminando al fianco dello stagno raggiungerete Ameyoko dove ci sono negozi di ogni genere e potrete acquistare alcuni prodotti locali.

A Ueno ci sono anche vari musei e lo zoo in cui sono presenti alcuni esemplari di panda giganti e un esemplare di panda rosso, oltre a molti altre specie. La visita allo zoo occupa abbondantemente mezza giornata quindi è consigliato se avete qualche giorno in più o se siete particolarmente appassionati. Finita la visita a Ueno potete prendere la JR da Ueno Station che in pochi minuti vi porterà alla stazione di Akihabara.

Otaku Akiba con strada chiusa

Akihabara

Potete decidere se pranzare ad Ueno o ad Akihabara. Se scegliete la seconda fate un giro a Yodobashi Camera che si trova all’uscita est della stazione. Questo è un negozio di elettronica immenso in cui potete trovare anche abbigliamento, libri, giocattoli e ristoranti. L’ottavo piano è composto da una serie di ristoranti da cui poter scegliere.

Appena esci dalla stazione di Akihabara troverai di fronte a te un edifico piuttosto alto e tutto rosso, questa è la prima sala giochi Sega che incontrerai. Oltre al Club Sega potrai trovare anche Taito Station. Tutte le sale giochi sono composte da almeno 5 piani.

Un negozio molto famoso è Animate , si trova sulla Chuo Dori (la via principale) e vi si possono acquistare prevalentemente manga, DVD e gadget delle ultime serie più in voga. Se invece stai cercando action figure una buona soluzione potrebbe essere Liberty, presente con varie sedi ad Akihabara, che propone modelli sia nuovi che usati. Per i modellini di Gundam e Robot la scelta ricade su Tsukumo Robot Kingdom. 

Il negozio più conosciuto per l’acquisto e la vendita di prodotti usati è Mandarake. Non si trova nella via principale ma nella parallela secondaria, è riconoscibile perché è un alto edificio tutto nero. In questa via secondaria troviamo anche un popolare negozio di retrogames: Super Potato.

 

2° Giorno

Asakusa tempio Sensoji

In questo secondo giorno iniziamo il nostro tour da Asakusa. Qui possiamo avventurarci tra i turisti lungo la Nakamise Dori in cui potrete acquistare un sacco di souvenir e cibarie locali. In fondo a questa via troviamo il tempio Senso-Ji dove ci si può purificare con l’incenso che brucia di continuo. Vicino al tempio troverete Kagetsudo dove potrete assaggiare il melonpan migliore di Tokyo.

Se vi piace la birra, fate un salto sulla Asahi beer hall per gustare una birra dal ventitreesimo piano. Nel caso abbiate fatto grandi acquisti potrete depositare le vostre borse nei coin locker presenti in ogni stazione in modo da stare più leggeri.

 

Gundam Unicorn Odaiba Cristina Muggetti

 

Odaiba

Da Asakusa potrete prendere il battello ed arrivare sull’isola di Odaiba. Alternativamente potrete anche arrivarci in treno scendendo alla stazione di Shimbashi e prendendo lo Yurikamome una monorotaia guidata dai computer che vi porterà in circa 15-20 min nel vivo dell’isola. In questo caso scendete a Daiba e vi troverete vicino al centro commerciale Aqua City in cui ci sono un paio di ristorantini interessanti. Kokugikan che propone ramen da diverse parti del Giappone e un kaiten sushi che da la possibilità di ordinare dal tavolo tramite tablet e ricevere il sushi da un trenino che arriva direttamente dalle cucine.

Dopo pranzo fate una foto con la riproduzione della statua della libertà e con il Raibow Bridge alle spalle, Odaiba offre un ambiente molto rilassante. Potete poi dirigervi verso la statua a grandezza naturale del Gundam RX Unicorn e fare una foto. Sotto alla statua ci sono gli orari in cui il Gundam fa un piccolo spettacolo di luci e suoni e cambia leggermente la sua conformazione. Dietro alla statua c’è il Gundam Cafè in cui fare shopping a tema e il centro commerciale Diver City.

 

 

Continuando sul viale troviamo poi Palette Town in cui sorge la ruota panoramica e vari centri commerciali come Venus Fort. Questo è stato costruito in modo da sembrare di star passeggiando nelle vie italiane, c’è anche una piazza con una bella fontana con cui scattarsi una foto. Proprio davanti a Palette Town c’è l’ingresso allo Yurikamome scendete a Shiodome dove, a pochi passi, trovate il famoso orologio di Miyazaki che suona pochi minuti prima di alcni orari prestabiliti (alle 10:00, 12:00, 15:00, 18:00, 20:00).

Shinjuku

Da Shiodome prendete la Oedo line per Tochomae e andate a vedere il Tokyo Metropolitan Goverment Building. Qui potrete salire al 48° piano gratuitamente.

Shinjuku dall'alto.jpg

FInite la giornata a Shinjuku, cenate ad Omoide Yokocho in un ristorantino minuscolo e super affollato. Oppure se non ve la sentite a Shinjuku trovate Sushi Zanmai, Tenkaippin e un altra marea di ristoranti. Infine fate un giro, scattate una foto a Gozzilla che si illumina dietro al Toho Cinema e passeggiate tra le luci di Kabuki-cho.

 

 

3° Giorno

Tokyo in 5 gironi Hachiko

Oggi andate a fare un giro a Shibuya e dintorni. Scendete ad Harajuku e proseguite lungo il ponte che passa sopra la stazione. In 10 minuti arriverete al tempio Meji Jingu Mae. Questo tempio è famoso perché vi vengono spesso celebrati matrimoni, non vi sarà difficile trovarne uno in corso di svolgimento. Dopo di che tornate da dove siete partiti e fate un giro per il parco Yoyogi in cui incontrerete persone intente a fare alcuni spettacoli come il mimo, pittura o musica e danza.

La porta di Takeshita Dori Harajuku

 

Harajuku

Harajuku è composta da due vie Takeshita Dori in cui si possono trovare le mode giovanili più particolari e colorate e si possono assaggiare le favolose crepes. Super consigliate e super buone. L’altra via si chiama Omotesando ed è composta da un lungo e largo viale alberato in cui potrete trovare negozi delle grandi marche ma anche oriental Bazar in cui acquistare souvenir e kimono e kiddyland un famoso negozio di articoli per bambini.

Proseguendo verso Shibuya a piedi possiamo passare attraverso Cat Street una via piuttosto artistica. A shibuya il punto più gettonato per ritrovarsi è proprio di fronte alla stazione dove è collo cata la statua di Hachiko. Solitamente davanti troverete un po’ di coda di persone per fare una foto con il fedelissimo Akita Inu. Li di fronte c’è lo Shibuya Crossing, l’incrocio più trafficato del mondo. Se volete fare un video o una foto dall’alto il luogo più gettonato è lo Starbucks che si trova proprio di fronte all’incrocio. Potete dedicarvi anche allo shopping, da Tokyu Hands trovate un po’ di tutto, da Shibuya 109 trovate abbigliamento femminile e da Disney Store trovate tutto a tema Disney. Ci sono anche molti altri negozi da scoprire.

A shibuya potete cenare da Genki sushi con sushi a trenino come quello di Odaiba o se avete un budget un po’ più elevato potete andare da Han No Daidokoro dove troverete ad attendervi uno yakiniku (carne alla griglia) di carne di Kobe e Wagyu.

 

 

4° Giorno

In questa giornata potete dedicarvi a fare un’escursione a Kamakura. Per arrivarci occorrono 50 minuti di treno per arrivare a Kita Kamakura da Shinjuku o Shibuya. In genere si visita l’Sengaku-ji non molto distante dalla stazione di Shinagawa e si prosegue col sntuario Tsurugaoka Hachimangu che è il più importante della zona. Per pranzo fermatevi nella strada Komachi Dori in cui troverete negozietti e ristorantini. Dopo pochi minuti di treno si arriva al Grande Buddha alto 13 metri.

 

5° Giorno

Parti presto da Tokyo con uno shinkansen che ti porterà a Shin Osaka. Io preferisco alloggiare ad Osaka perché c’è più vita alla sera mentre Kyoto dopo le 21 si spegne.

Una volta arrivato a Shin Osaka puoi lasciare le valigie in un coin locker o alternativamente portarle nel luogo in cui alloggi, se vicino, e prendere direttamente da Namba la Kintetsu Line che ti porterà a Nara in 40 minuti.

Alternativamente se non vuoi prendere lo shinkansen puoi prendere un bus notturno da Tokyo Marounuchi. In questo modo risparmi la notte in hotel e durante il viaggio potrai dormire ed arrivare al mattino dopo presto.

Nara

Kyoto Cervo di Nara

Il simbolo della città è il cervo e lo possiamo trovare disegnato persino sui tombini. Secondo la leggenda il Dio del santuario di Kashima, Takemikazuchi-no-Mikoto arrivò al santuario Kasuga Taisha di Nara in sella ad una bellissima cerva bianca. Da quel momento i cervi vennero considerati sacri perchè messaggeri dei kami. Un tempo chi uccideva un cervo a Nara poteva essere punito con la morte.

Al giorno d’oggi si calcola che ci siano circa 1200 esemplari a liberi per i parchi di Nara e sono stati dichiarati Monumenti naturali. E’ possibile dar loro da mangiare degli specifici cracker che vengono venduti in alcune bancarelle. Questa specie di cervo viene chiamata Cervus nippon ed è di dimensioni più piccole rispetto ai cervi comuni. Rendi il tuo cucciolo un cervo QUI.

 

 

Todai-Ji

Kyoto Buddha gigante di Nara

Il tempio più importante da visitare a Nara è il tempio Todai-Ji. Dichiarato patrimonio dell’UNESCO, il tempio ospita la grande sala del Buddha alta 57 metri e profonda 50, la grande statua del Buddha in bronzo alta 14 metri e la lanterna ottagonale alta 5 metri. La grande sala del Buddha rappresenta il più grande edifico costruito in legno al mondo. Dalla stazione JR di Nara occorrono 40 minuti a piedi per raggiungerla mentre dalla stazione Kintetsu Nara 20 minuti. Orario: 7:30 / 18:30.

Giardino Isuien

Nel cuore di Nara si trova il Giardino Isuien, un luogo incantato ricco di colori e profumi che ti porterà indietro nel tempo facendoti rivivere i momenti di massimo splendore di questa città. Isuien significa “sorto sull’acqua” vi lascio scoprire da soli il perché. A nord di Nara ai piedi del monte Kasuga-yama si trova il santuario shintoista di Kasuga Taisha. Circondato da una fitta vegetazione è un luogo da non perdere se si è a Nara. E’ un esempio di architettura kasuga-zukuri che ruba il cuore ai visitatori grazie alle sue caratteristiche lanterne in bronzo e il colore rosso acceso. In questo luogo la quiete regna sovrana.

Altri punti di interesse a Nara: Toshodai-ji, Yakushi-ji, Tempio Horyuji, Kofuku-ji, Palazzo Heijo e Monte Yoshinoyama.

Dotonbori

Viaggio in Giappone Dotonbori

Prendi poi la Kintetsu Line per Osaka-Namba e fai un giro a Dotonbori. E’ una strada commerciale dove il divertimento prevale su tutto. In questa via troverai un sacco di gente e ristoranti che preparano di tutto. Ti consiglio di assaggiare i takoyaki, le famose polpettine con ripieno di polpo e gli okonomiyaki, la frittatona giapponese farcita di verdura, carne e pesce.

 

 

6° Giorno

Se dormi ad Osaka prendi il treno che in 40 minuti ti porterà a Kyoto.

Kinkakuji

Kyoto Kinkakuji

Questo primo giorno sarà un po’ intenso perchè vedremo le mete più importanti di Kyoto. Con la metropolitana raggiungi la stazione di Kitaoji e lì prendi il bus che ti porta al tempio d’oro (Kinkakuji). In alternativa puoi prendere il bus 101 o 205 che in 40 minuti ti condurrà direttamente vicino al tempio. Il tempio è ricoperto da foglie d’oro che riflettono nello stagno posto di fronte e hanno significato di purificazione da ogni pensiero negativo.
E’ famoso per il suo giardino la cui purezza e semplicità rispecchiano i principi zen più profondi. Orario 9:00 / 17:00

Ryoanji

Vicino al tempio d’oro si trova il Ryoanji questo tempio sprigiona un fascino unico con la sua stupenda architettura e i suoi fantastici giardini in particolare il giardino zen karesansui. Grazie alla sua enorme importanza culturale il tempio e i suoi giardini sono considerati patrimonio dell’UNESCO. Orario 8:00 / 17:00

Nishiki Market

Kyoto Polpo del Nishiki MarketRiprendi il bus e torna alla stazione di Kitaoji da qui prendi la linea Karasuma per Shijo dove si trova il Nishiki Market. Questo pittoresco mercato offre la possibilità di acquistare ed assaggiare alimenti un po’ particolari. Puoi fare uno spuntino qui o semplicemente qualche doto ricordo. L’atmosfera che si respira è di altri tempi. Orario: 9:00 / 18:00 (alcuni negozi sono chiusi mercoledì o domenica).

Kiyomizudera

Kyoto Kyomizu DeraPrendi poi l’autobus e scendi alla fermata Kiyomizu-michi segui la salita che ti condurrà al famoso tempio Kiyomizudera. Il kiyomizudera è un insieme di templi che si trova a Kyoto anche se quello più conosciuto è il Otowasan Kiyomizudera alla base del quale si trova la cascata Otowa con 3 diverse fonti dalle quali si può bere per avere una lunga vita, avere una vita amorosa intensa ed avere successo a scuola e nel lavoro. Il panorama di Kyoto dall’alto è molto suggestivo. Orario: 6:00 / 18:00. Visita poi anche le strade di Ninnenzaka e Sannenzaka ottime per acquistare souvenir e prodotti tipici.

Gion

Tornando in centro fai tappa a Gion un antico quartiere di Kyoto in cui potresti avere la fortuna di incontrare una Geisha. Oltre a fare una passeggiata qui potrai trovare molti locali, ristoranti e sale giochi; risulta infatti essere un ottimo luogo in cui concludere la giornata.

 

 

7° Giorno

Fushimi Inari

Kyoto Fushimi Inari

Prendi la linea JR Nara e scendi a Inari; a cinque minuti a piedi si trova il Fushimi Inari. Il Fushimi Inari è il principale santuario dedicato al Dio Inari, situato a Kyōto, alla base di una montagna chiamata anch’essa Inari.
Inari è il dio del riso ma dai tempi antichi è visto come il patrono degli affari, e sia commercianti che artigiani lo venerano, infatti ognuno dei torii è stato donato da un’azienda giapponese.

E’ un importante tempio shintoista e viene frequentato dai turisti per l’ambientazione suggestiva creata dai lunghi tunnel di Torii nel bosco che conducono all’altare più importante.
Non è raro trovare sul sentiero varie statue di volpe, considerato animale sacro e messaggero di Inari. A circa metà percorso si può godere anche di un ottimo panorama.
Personalmente ho visitato il Fushimi Inari tutte le volte che sono stata in Giappone e lo reputo il mio tempio preferito fino ad ora. Se ti piacciono le volpi guarda cosa ho trovato QUI.

A questo punto ti è rimasta l’ultima mezza giornata prima del giorno della partenza. Puoi decidere se fare un giro ad Arashiyama o tornare ad Osaka e rilassarti per le vie di Dotonbori.

 

 

Arashiyama

Riprendi la JR e vai a Kyoto. Ti consiglio di pranzare qui in uno dei ristorantini che puoi trovare all’interno dell’ultimo piano dei centri commerciali come Isetan e Yodobashi Camera. Successivamente prendi la JR Sagano Line che in 15 minuti ti condurrà a Saga-Arashiyama dove in 10 minuti raggiungerai la foresta di bambù. Fai una passeggiata fino al ponte Togetsukyo e, se pensi che possa interessarti, visita il Parco delle Scimmie a Iwatayama. In zona si trovano anche diversi templi, come ad esempio il tempio Tenryuji. Arashiyama è un quartiere di Kyoto molto amato dai turisti perché ha un’atmosfera di pace e tranquillità. Inoltre offre dei colori stupendi in tutte le stagioni in particolare durante il periodo dell’hanami, la fioritura dei ciliegi in primavera.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche…

Shibuya, il quartiere dei giovani

Akihabara un quartiere da otaku

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

In Giappone tra educazione, cibo e tecnologia

Kyoto, cosa vedere in 4 giorni

Quartieri di Tokyo descritti in breve