Diario di viaggio in Giappone – Day 12 – Den Den Town

Diario di viaggio in Giappone – Day 12 – Den Den Town

9 Dicembre, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Non riusciamo a stare lontani dai quartieri per Otaku, quest oggi visitiamo Den Den Town a Nipponbashi anche definita come Akihabara di Osaka.

A proposito di “viaggio in Giappone” si trova ormai di tutto sul web. Come organizzare il proprio viaggio personalizzato, le mete più importanti da visitare, cosa e dove mangiare ecc ecc.

L’unica cosa che solo io o tu che stai leggendo o qualunque persona può dare al mondo dell’internet a riguardo è proprio l’esperienza personale. Nessuno può aver vissuto il Giappone come Cristina Muggetti, nessuno può averlo vissuto o lo vivrà esattamente come te che stai leggendo.

Ho pensato che sarebbe stato carino e interessante condividere con te quella che è stata la mia ultima esperienza  di viaggio in Giappone, includerò anche qualche consiglio in base alle mie esperienze personali, partendo dal giorno uno, anzi, partiamo da qualche giorno prima….

Per il Day 1 Clicca Qui.

Day 2 Clicca Qui.

Per il Day 3 Clicca Qui

Day 4 Clicca Qui

Per il 5 Clicca Qui

Day 6 e 7 Clicca Qui 

Day 8 Clicca Qui

Per il giorno 9 Clicca Qui

Giorno 10 Clicca Qui

Day 11 Clicca Qui

 

Iniziamo la giornata

Questa mattina dormiamo un po’ di più perché trascorreremo una giornata tranquilla ad Osaka. Iniziamo facendo visita al castello di Osaka. So che è stato quasi tutto ristrutturato però è interessante andare a vederlo comunque.

 

 

Il Castello di Osaka

castello Osaka

Quella mattina sembrava che avrebbe presto iniziato a piovere e così e stato. Nel momento in cui saliamo sul ponte, che ci condurrà al labirinto prima di arrivare al castello di Osaka, inizia a piovere. Non demordiamo e continuiamo a procedere alla volta della conquista del castello.

Una volta arrivati di fronte al castello le nubi spariscono e il sole inizia a splendere, sembra una magia.

L’aspetto più interessante secondo me di questi castelli giapponesi, oltre al castello stesso, è l’intricato percorso che bisogna percorrere per arrivarci. Infatti in genere il castello in se non ha grandi fortificazioni. Sono i fossati e i labirinti costruiti per raggiungerlo che lo difendono.

Fossato intorno al castello di Osakaentrata al castello Osaka

Una volta i castelli erano costruiti quasi totalmente in legno. Quando il nemico lo avesse raggiunto era molto facile distruggerlo semplicemente appiccando il fuoco. Per questo molti castelli giapponesi sono stati ricostruiti dopo essere bruciati.

Questa volta non siamo entrati nel Castello, ma io c’ero già stata con Giappotour nel mio primo viaggio e posso dirti che troverai resti dei tempi antichi come armature e altri oggetti storici. Al piano più alto potrai assistere alla vista della città. Unica cosa il balcone panoramico è messo in sicurezza con una rete quindi fare foto non è proprio il massimo.

 

 

Nel pomeriggio

takoyaki in preparazioneTakoyaki Dotonbori Takoyaki Dotonbori

Essendo l’ultimo giorno intero ad Osaka decidiamo di ammazzarci di takoyaki. Ci sono poche storie qui ad Osaka sono veramente i migliori. Ne proviamo di due qualità e poi ci dirigiamo verso Den Den Town, Nipponbashi, la meta degli otaku di Osaka.

 

 

Den Den Town

Den Den Town

Arrivare a Den Den Town da Dotonbori è abbastanza semplice. Si può proseguire a piedi per una decina di minuti ed arrivare tranquillamente a destinazione.

Inizialmente pensavo che Den Den Town fosse composta da solo una via. Invece abbiamo scoperto che anche le vie parallele comprendono comunque negozi a tema.

L’aspetto più positivo dei negozi di Den Den Town sono i prezzi. Sembra come che Akihabara sia la via Monte Napoleone di Milano mentre Den Den Town una via di provincia. I negozi sono un po’ più piccoli e forse, dico e ripeto forse, c’è meno scelta. I prezzi per molti oggetti erano più bassi che ad Akiba e infatti non siamo mancati all’acquisto di alcuni gadget interessanti. Inoltre qui, ho trovato l’oggetto che più mi ricorda il mio viaggio e a cui sono molto legata.

 

 

I nostri acquisti da otaku a Den Den Town

Cristina con nuovo cappellino Umaru Den Den Town Cristina Muggetti e Panda Den Den Town

Non pensavo di trovare così tanti gadget interessanti, di sicuro non come ad Akihabara. Invece Den Den Town ci ha fatto ricredere e abbiamo trovato tante cosine che ci piacevano a prezzi sicuramente inferiori rispetto a Tokyo.

Abbiamo acquistato alcune action figure piccoline di Dragonball Super, delle spille (una delle mie con disegnato un gatto di nome Gineko), un peluche panda morbidissimo a poche centinaia di yen. Ma per me l’oggetto più importante che ho acquistato e che non avevo trovato da nessuna parte è il mio cappellino arancione di Umaru-chan. Ancora oggi introvabile online, sono molto gelosa del mio cappellino perché rappresenta uno stupendo ricordo del mio ultimo viaggio.

Continuiamo a girare per le zone limitrofe di Den Den Town fino a sera. Dopodiché decidiamo di tornare a Dotonbori per cena e successivamente in appartamento per preparare la valigia. Il giorno dopo rientriamo a Tokyo per i nostri ultimi giorni di viaggio.

 

 

Per cena

Kaiten sushi Osaka

Siccome vogliamo fare una cosa veloce decidiamo di andare a mangiare in un kaiten sushi (sushi con nastro), che aveva poca fila a Dotonbori. Il ristorante potrebbe sembrare piccolo di fuori invece era composto da 3 piani (o forse di più?). Noi ci fermiamo proprio al terzo, ci sediamo, versiamo un cucchiaino di tè verde nei nostri bicchieri e poi un po’ di acqua calda dal distributore automatico di fronte a noi. Et voilà il tè è servito e gratis.

I piattini iniziano a scorrere e prima di una sequenza di piatti c’è un cartello che scorre con scritto il prezzo. Anche in base al colore del piattino si possono riconoscere i prezzi. Ci sono pezzi di sushi da 100, 150, 200, 350 e 500 yen. Alcune volte ti può capitare di vedere un pezzo solo a 500 yen o invece due pezzi a 100 yen. Il motivo è legato al tipo di pesce da cui è composto il sushi e a quanto è buono e costoso.

In genere i piattini da 350, 500 yen contengono o il tonno più grasso o l’anguilla. Anche se il ristorante era economico abbiamo mangiato bene e soprattutto in poco tempo.

 

Si torna a Tokyo

Salutiamo Dotonbori e ci dirigiamo in appartamento a preparare le valige. Domani mattina sveglia presto per prendere lo Shinkansen che ci porterà da Shin Osaka a Tokyo. Vogliamo essere ad Akihabara per goderci l’ultima domenica di strada chiusa. E io andrò alla ricerca dei ristoranti per Otaku di Akihabara.

 

 

 

Altro dal mio sito

Nakano il paradiso vintage degli otaku

Odaiba, l’isola artificiale di Tokyo

Diario di Viaggio in Giappone – Day 1

Asakusa, il quartiere più antico di Tokyo

Cosa bisogna sapere prima di partire per il Giappone

Diario di viaggio in Giappone – Day 2

Anime e Manga usati? la soluzione è Mandarake

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?

Pachinko, il gioco d’azzardo giapponese

Divertimento in Giappone: videogames e cosplay

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Action Figure Usate, il negozio migliore di Akihabara

Anime Akihabara: Animate is the way!

Ristoranti strani in cui imbattersi a Tokyo

Harajuku, il quartiere delle mode giovanili

Shibuya, il quartiere dei giovani