Diario di viaggio in Giappone – day 4 – Asakusa

Diario di viaggio in Giappone – day 4 – Asakusa

Ottobre 21, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Nel nostro quarto giorno in Giappone andiamo a visitare il quartiere più antico di Tokyo: Asakusa. Dopodiché andremo a pranzo in un ristorante molto divertente e a fare un giro a Nakano per del sano shopping otaku.

 

A proposito di “viaggio in Giappone” si trova ormai di tutto sul web. Come organizzare il proprio viaggio personalizzato, le mete più importanti da visitare, cosa e dove mangiare ecc ecc.

L’unica cosa che solo io o tu che stai leggendo o qualunque persona può dare al mondo dell’internet a riguardo è proprio l’esperienza personale. Nessuno può aver vissuto il Giappone come Cristina Muggetti, nessuno può averlo vissuto o lo vivrà esattamente come te che stai leggendo.

Ho pensato che sarebbe stato carino e interessante condividere con te quella che è stata la mia ultima esperienza  di viaggio in Giappone, includerò anche qualche consiglio in base alle mie esperienze personali, partendo dal giorno uno, anzi, partiamo da qualche giorno prima….

Per leggere cos’è successo nel primo giorno di viaggio Clicca Qui.

Se invece vuoi leggere a riguardo del secondo giorno di viaggio Clicca Qui.

Per i day 3 Clicca Qui

 

Iniziamo bene la giornata

Giappone Asakusa Melonpan KagetsudoCome avrai ormai capito siamo persone a cui piace mangiare. Quando siamo in Giappone ogni pasto è rappresentato come un’opportunità per assaporare qualcosa di nuovo.

Proprio per questo, la prima cosa che facciamo appena arrivati ad Asakusa è andare a fare colazione. Quella mattina ci rechiamo da Kagetsudo Melonpan per assaggiare il miglior melonpan di Tokyo.

Era la prima volta che mangiavo il melonpan di Kagetsudo e devo dire che mi ha fatto rivalutare questo dolce.

Inizialmente lo sottovalutavo un po’ perché pensavo: “E’ solo del semplice pane dolce” ma proprio per la sua semplicità mi ha colpita moltissimo. Se stai pensando che il nome derivi dalla presenza del melone mi spiace deluderti ma non è così.

Abbiamo deciso di prendere il tradizionale melonpan senza ripieni per assaggiare tutta la tradizionalità di questo dolce. Devo dire che ne sono stata stupita positivamente. Se nel tuo prossimo viaggio in Giappone andrai ad Asakusa ti consiglio tantissimo di provarlo.

Per arrivare da Kagetsudo Melonpan percorri tutta la Nakamise Dori e quando ti trovi il tempio Senso-Ji davanti svolta a destra in una viuzza. Di sicuro ci sarà molta coda un po’ come in tutti i negozi e ristoranti giapponesi in cui i prodotti siano buoni.

 

Una passeggiata per la via

 

Nakamise Dori AsakusaDopo aver riempito il pancino facciamo una passeggiata per la via principale di Asakusa: la Nakamise Dori.

In questa via puoi acquistare un sacco di souvenir e dolcetti tipici da portare a casa ai tuoi cari. Anche noi eravamo qui per questo motivo (oltre che per mangiare il melonpan). Non abbiamo acquistato niente quel giorno però ci siamo fatti un’idea di cosa ci fosse e dei prezzi, in modo da tornare poi prima della partenza.

Un suggerimento che posso darti se vieni qui per fare shopping è quello di arrivare dopo le 10 del mattino e prima delle 17 – 18 di sera. In genere sono questi gli orari dei negozietti.

Questi negozi vendono veramente di tutto: bacchette, set per il tè e il sake, kimono, ventagli, campanelle che suonano al vento, calamite, ecc.

Giappone Asakusa Nakamise Dori Giappone Asakusa Nakamise Dori Giappone Asakusa Nakamise Dori Giappone Asakusa Nakamise Dori Giappone Asakusa Nakamise Dori Giappone Asakusa Nakamise Dori

Il Tempio Senso-Ji

Giappone Asakusa Tempio Senso-Ji Cristina Muggetti

Proseguendo lungo la via si arriva al Kaminarimon, la porta che conduce al tempio Senso-Ji. E successivamente al tempio Senso-Ji.

Non è possibile entrare nel tempio però è possibile salire i gradini e guardarci dentro. Quando ci siamo stati noi abbiamo visto dei monaci che si ritiravano dopo la preghiera.

Fuori dal tempio è anche posto un bruciatoio per l’incenso. Vedrai sicuramente delle persone che si fanno arrivare l’incenso addosso per purificarsi.

 

Ed è già ora di pranzo xD

Tra una passeggiata, una foto e dopo aver spiato i monaci del tempio shintoista (la religione principale del Giappone) di Asakusa è arrivata finalmente l’ora di pranzo.

Quel giorno l’attendevamo più del solito perché saremmo andati in un posto un po’ particolare per pranzo che avevamo già prenotato in Italia prima di partire per il Giappone.

 

Il Pokèmon Cafè

Pokèmon CafèIl Pokèmon Cafè ha aperto le sue porte a Nihonbashi, vicino al Pokèmon Center, con vicino intendo che se svolti a destra prima di entrare al Pokèmon cafè vai al negozio xD. Si trova al 5° piano del Takashimaya east building a Nihonbashi.

Per essere sicuro/a di poter entrare ti consiglio di prenotare. Puoi farlo direttamente online su questo sito. Al momento della prenotazione puoi anche acquistare un gadget che ti verrà consegnato quando ti sarai seduto/a nel cafè.Pokèmon Cafè Regalo

Il sito è anche in inglese quindi non dovresti avere problemi. Se però hai qualche dubbio e vuoi il mio aiuto puoi facilmente contattarmi iscrivendoti alla mia newsletter e rispondendo ad un’email.

All’interno del Pokèmon Cafè

Che dire è una ficata!

All’ingresso vieni accolto/a da cameriere vestite con un’uniforme a tema pokèmon. Ci sono varie sale tutte comunicanti e potrai scegliere quale preferisci al momento della prenotazione.

Troverai delle pokèball fatte con l’erba, riproduzioni a grandezza naturale dei pokèmon più famosi su una grande tavolata, due pikachu vestiti da cuochi in un angolo e un sacco di gadget e decorazioni a tema pokèmon.

Ma la cosa più spettacolare, più divertente, più commovente, più esilarante è lui

Pokèmon Cafè Pikachu

Pikachu Cuoco Peluche Gigante entrerà in scena durante il pranzo. Giuro mi sono quasi messa a piangere. Se fossi venuta in un posto del genere da bambina lo avrei fatto.

Pikachu era li per fare il suo spettacolo e soprattutto per farsi fotografare e stringere la mano. Cose che ovviamente ho fatto. In realtà volevo abbracciarlo ma non ho potuto.

Pokèmon Cafè PikachuPokèballPokemon cafè Chef PikaPokèmon Cafè TavolonePokèmon Cafè gadget

 

Ma… Il cibo?

Anche il cibo è a tema Pokèmon!

Non aspettatevi il migliore ristorante di Tokyo ma devo dire che era tutto buono abbinamenti a parte.

Abbiamo deciso di prendere il piatto di Evee, quello di Snorlax, le patatine di Pikachu e da bere il bubble tea di Ditto che cambia colore e la soda di Gengar con panna montata.

Il piatto di Evee conteneva pasta, patate, insalata e pollo impanato. Il piatto di Snorlax conteneva hamburger con formaggio su un letto di riso. Mentre le patatine erano solo patatine con salsa al formaggio e salsa al cioccolato.

Insomma gli Svizzeri ai giapponesi gli fanno un baffo.

Se ti piacciono i Pokèmon ti consiglio tantissimo di andare al Pokèmon Cafè perché di sicuro ti divertirai. I prezzi sono un po’ più alti dei ristoranti normali in Giappone però lo spettacolo vale di sicuro il sovrapprezzo.

Pokèmon Cafè Ditto bubble tea Pokèmon Cafè Gengar soft drink Pokèmon Cafè Patatine Pikachu Pokèmon cafè snorlaxPokèmon Cafè piatto di Evee

 

Continuiamo a fare gli otaku

Inizia a piovere, anzi a nevischiare così decidiamo di trascorrere il pomeriggio a Nakano Broadway. Nakano rappresenta un’altra meta per gli otaku che cercano qualcosa in particolare.

In genere chi viene a Nakano cerca offerte vantaggiose e gadget vintage. A Nakano c’è il Mandarake più grande di Tokyo. Diviso su più piani: al piano interrato ritirano il tuo usato mentre ai piani sopra vendono manga, action figure e chi più ne ha più ne metta.

Qui anche noi abbiamo approfittato di offerte vantaggiose ma non quest’anno purtroppo. L’anno prima mi ero portata a casa una favolosa action figure di Alphonse Elric in versione puccia e una piccola action figure di Oreimo a soli 100 yen.

Insomma offerte vantaggiose se ne trovano ma non sempre sempre. Ci sono anche un sacco di negozi che vendono gadget dello Studio Ghibli e altri che vendono accessori per i cosplay come parrucche, lenti a contatto e vestiti.

Nakano Broadway Otaku Mandarake Nakano

Sotto a Nakano

Nel piano interrato di Nakano Broadway continua lo shopping!

Troviamo un Daiso (tutto a 100 yen), un mercato con frutta, verdura, pesce ecc. e un supermercato in piena regola.

In uno degli ultimi giorni di viaggio siamo tornati a Nakano per fare shopping in questo supermercato. Abbiamo portato a casa un sacco di cibo e bibite e non siamo ancora riusciti a finire tutto. Ma ci stiamo provando xD.

 

A Nakano anche per mangiare

Nakano RamenNakano Ramen

Usciti da Nakano Broadway ci fermiamo in una piccola sala giochi e ci perdiamo un’ora a giocare con i tamburi. Ormai è ora di cena e ci fermiamo proprio qui a Nakano a gustare il nostro ramen preferito a Tokyo.

Si chiama 艶まる, questo è l’indirizzo completo: Giappone, 〒164-0001 Tōkyō-to, Nakano City, Nakano, 5-chōme−61−7 ユニットビル1F. Se sei a Nakano e ti piace il ramen provalo, non resterai deluso/a.

Il posto conterà una decina di posti tutti al banco. All’ingresso c’è una macchinetta su cui puoi scegliere il tipo di ramen che vuoi. Il brodo è denso al punto giusto e la carne è veramente tenerissima.

Nakano Ramen

Super consigliato! Se ci vai fammi sapere come ti sei trovato/a!

 

Altro dal mio sito

Nakano il paradiso vintage degli otaku

Odaiba, l’isola artificiale di Tokyo

Diario di Viaggio in Giappone – Day 1

Asakusa, il quartiere più antico di Tokyo

Cosa bisogna sapere prima di partire per il Giappone

Diario di viaggio in Giappone – Day 2

Anime e Manga usati? la soluzione è Mandarake

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?

Pachinko, il gioco d’azzardo giapponese

Divertimento in Giappone: videogames e cosplay

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Action Figure Usate, il negozio migliore di Akihabara

Anime Akihabara: Animate is the way!

Ristoranti strani in cui imbattersi a Tokyo

Harajuku, il quartiere delle mode giovanili

Shibuya, il quartiere dei giovani