Diario di viaggio in Giappone – Day 5 – Ikebukuro

Diario di viaggio in Giappone – Day 5 – Ikebukuro

Ottobre 28, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Ikebukuro, un altra meta per gli otaku a Tokyo. Qui c’è Otome Road con un Animate dedicato ad un pubblico  quasi esclusivamente femminile. Ma questa volta non ci andiamo (anche perché di animate ce ne sono ad Akiba per tutti i gusti ;)), ci eravamo già stati nel 2016. Non ti preoccuparemnon mancheranno le mete otaku anche in questa quinta giornata.

 

A proposito di “viaggio in Giappone” si trova ormai di tutto sul web. Come organizzare il proprio viaggio personalizzato, le mete più importanti da visitare, cosa e dove mangiare ecc ecc.

L’unica cosa che solo io o tu che stai leggendo o qualunque persona può dare al mondo dell’internet a riguardo è proprio l’esperienza personale. Nessuno può aver vissuto il Giappone come Cristina Muggetti, nessuno può averlo vissuto o lo vivrà esattamente come te che stai leggendo.

Ho pensato che sarebbe stato carino e interessante condividere con te quella che è stata la mia ultima esperienza  di viaggio in Giappone, includerò anche qualche consiglio in base alle mie esperienze personali, partendo dal giorno uno, anzi, partiamo da qualche giorno prima….

Per il Day 1 Clicca Qui.

Day 2 Clicca Qui.

Per il Day 3 Clicca Qui

Day 4 Clicca Qui

 

E’ sabato e decidiamo di fare un giro per l’enorme centro commerciale Sunshine City ad Ikebukuro. Il nostro obiettivo primario è il J-World, parco a tema Shonen che si trovava proprio all’interno di questo centro commerciale.

Ti dico subito che il J-World ha chiuso due giorni dopo la nostra visita. Mi ritengo fortunata ad essere riuscita a fare in tempo a visitare questo parco.

 

J- World ad Ikebukuro

J-World Ikebukuro

Per accedere a questo parco divertimenti c’erano due possibilità:

  1. pagare circa 2500 yen e avere accesso a tutte le attrazioni gratis;
  2. pagare circa 700 yen e pagare solo le attrazioni che si vogliono fare all’interno.

Secondo me la prima soluzione è ideale per le famiglie. Noi volevamo solo fare una visita e scattare qualche foto quindi la seconda soluzione è stata più che sufficiente.

 

Com’era all’interno

Voglio puntualizzare che non abbiamo fatto nessuna attrazione aggiuntiva. Anche perché erano più che altro un divertimento per i bambini. Devo ammettere però che la caccia alle sfere del drago sembrava divertente :D.

C’erano un sacco di posti in cui scattare foto interpretando i personaggi degli anime shonen più famosi come Dragonball, One Piece, Naruto e c’era anche una piccola parte dedicata a Jojo.

Abbiamo sparato con il cannone della Going Merry, fatto una foto nella capsula Saiyan di Goku, interpretato personaggi di Naruto (Naruto non l’ho visto ma il mio ragazzo mi diceva in che posa mettermi xD).

Ma il momento migliore è stato quando abbiamo fatto una foto insieme a Goku. Esatto, c’era Goku in carne ed ossa disponibile a fare le foto insieme ai fan.

Carlo Super Saiyan IkebukuroCristina SUper sayan Cristina Muggetti Goku Ikebukuro Carlo e Goku Ikebukuro

Cristina in posa sexy Ikabukuro Carlo Ikebukuro Carlo Bonoli Ikebukuro Cristina Muggetti Ikebukuro

Cristina capsula sayan Ikebukuro Carlo capsula sayan Ikebukuro

Makankosappao Ikebukuro

Carlo Makankosappao Ikebukuro

Going Merry Carlo Ikebukuro J-WorldNAruto J-world

 

 

Il ristorante all’interno

Cibo J-World Ikebukuro Cibo J-World Ikebukuro

Sembrava di essere entrati al Pokèmon Cafè a tema shonen. C’erano i ristornati di One Piece e c’era la possibilità di scegliere dove andare.

Si potevano mangiare piatti ispirati agli anime come un piatto di riso a forma di cappello di Rufy di One Piece.

Unico difetto: le code interminabili.

C’era una coda di un chilometro per ogni ristorante ed un caos incredibile per sedersi.

Così terminata la visita e fatte un bel po’ di foto decidiamo di cercare un ristorante nel centro commerciale più grande di Ikebukuro.

Capitiamo in un ristorante di soba. Per sbaglio ordiniamo la soba fredda, non proprio indicata visto che era inverno.

Sinceramente? Non ci è piaciuta per niente.

Al di la degli spaghetti, che erano buoni, ci hanno servito del tororo  (purea di nagaimo) in un ciotolino. Questo non ci è piaciuto per niente. Aveva una consistenza viscida e non aveva un buon sapore.

Per compensare abbiamo preso anche un tendon (tempura con il riso sotto) che era molto buono.

Non ho detto addio per sempre alla soba però voglio stare lontana dal tororo il più possibile xD.

Zaru Soba Ikebukuro

 

Sempre più in alto

Ikebukuro dall'alto 60° piano

Al Sunshine City di Ikebukuro è presente anche un osservatorio al 60° piano. Il biglietto costa 1200 yen per gli adulti, circa 10 € e una volta arrivati in cima, oltre a guadare il panorama ci sono molte attrazioni gratuite (puoi vedere le foto qui sotto) e alcune attrazione a pagamento che utilizzano il visore di realtà virtuale come ad esempio essere sparati con un cannone sopra Tokyo.

C’era anche uno speciale di Doraemon e alla fine un negozio interamente a tema del gattone robot in cui si potevano anche acquistare i dorayaki.

Questa visita è stata abbastanza divertente. Un ottimo modo per rilassarci e goderci il panorama seduti sulle poltroncine sorseggiando una bibita strana presa dalla macchinetta.

Se vuoi solo vedere Tokyo dall’alto senza spendere nulla ti consiglio il Tokyo Metropolitan Government Building a Shinjuku. Invece se vuoi provare qualche attrazione con il VR o andare ancora più in alto l’osservatorio del Sunshine City ad Ikebukuro fa al caso tuo.

Cristina Doraemon Carlo Doraemon Attrazioni sunshine Attrazioni sunshine Attrazioni sunshine Attrazioni sunshine

 

 

Un ultimo giro al Sunshine

Pokèmon Center Sunshine Ikebukuro

Scesi dalla vetta facciamo un ultimo giro per il centro commerciale.

Visitiamo il Pokèmon Center più grande di Tokyo.

Facciamo un salto al Donguri Kyowakoku, un negozio interamente dedicato allo Studio Ghibli.

Troviamo un locale di Moomin, in genere in questi locali se sei da solo lo staff ti porta un peluche di Moomin a farti compagnia al tavolo. Ne ho parlato anche nella mia Guida ai Ristoranti di Tokyo per Otaku.

Passiamo per il Disney Store e diamo uno sguardo al complesso commerciale Alta che vende principalmente vestiti ed accessori.

 

Da Ikebukuro a Shibuya

Nel tardo pomeriggio torniamo a Shibuya. L’intento è quello di cenare qui e mangiare o sushi o carne.

Decidiamo di fare un giro prima in un 100 yen shop alla ricerca di qualche oggettino da poco da portare a casa. E di fare ancora un giro da Tokyu Hands che è talmente grande che non siamo riusciti a visitarlo tutto la volta prima.

Dopo un paio di partite in sala giochi iniziamo a sentire la fame, anche perchè la zaru soba non ci ha per nulla soddisfatti.

 

 

Han no Daidokoro

Wagyu Han no Daidokoro

Seguendo il consiglio di Marco Togni andiamo da Han no Daidokoro, un ristornate specializzato in yakiniku wagyu.

Lo yakiniku è un modo di cuocere e mangiare la carne tipico giapponese. In mezzo al tavolo (o nel nostro caso davanti a noi al banco) c’è una griglia elettrica o con la brace. Su questa griglia viene cotta la carne.

Il cuoco prepara già le fettine di carne per il cliente che poi andrà personalmente a cuocerle sulla propria griglia.

Lo staff di questo locale è particolarmente caloroso. Quando abbiamo detto loro che siamo italiani hanno iniziato a dirci un sacco di parole in italiano come buongiorno, ciao, benvenuti, buon appetito e cose simili (forse influenzati da Marco Togni?!).

Il prezzo è più alto del semplice yakiniku perché la carne è wagyu però ne vale davvero la pena. Soprattutto per la gentilezza dello staff. Quando tornerò in Giappone voglio assolutamente tornarci.

In caso ci andrai è possibile che troverai coda. Noi abbiamo atteso un’ora perché era anche sabato sera ed il locale era pieno. Ma fidati ne vale la pena. Ti lascio un po’ di foto della cena a seguire.

Yakiniku Han No Daidokoro Meat Han no Daidokoro Yakiniku Han no Daidokoro Meat Han no Daidokoro

Altro dal mio sito

Nakano il paradiso vintage degli otaku

Odaiba, l’isola artificiale di Tokyo

Diario di Viaggio in Giappone – Day 1

Asakusa, il quartiere più antico di Tokyo

Cosa bisogna sapere prima di partire per il Giappone

Diario di viaggio in Giappone – Day 2

Anime e Manga usati? la soluzione è Mandarake

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?

Pachinko, il gioco d’azzardo giapponese

Divertimento in Giappone: videogames e cosplay

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Action Figure Usate, il negozio migliore di Akihabara

Anime Akihabara: Animate is the way!

Ristoranti strani in cui imbattersi a Tokyo

Harajuku, il quartiere delle mode giovanili

Shibuya, il quartiere dei giovani