Diario di viaggio in Giappone – Day 8 – Hakone

Diario di viaggio in Giappone – Day 8 – Hakone

Novembre 11, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Nell’ottavo giorno del nostro viaggio prendiamo lo Shinkansen e un trenino che ci porteranno ad Hakone. La cittadina da cui partiremo per andare a vedere il Monte Fuji.

 

A proposito di “viaggio in Giappone” si trova ormai di tutto sul web. Come organizzare il proprio viaggio personalizzato, le mete più importanti da visitare, cosa e dove mangiare ecc ecc.

L’unica cosa che solo io o tu che stai leggendo o qualunque persona può dare al mondo dell’internet a riguardo è proprio l’esperienza personale. Nessuno può aver vissuto il Giappone come Cristina Muggetti, nessuno può averlo vissuto o lo vivrà esattamente come te che stai leggendo.

Ho pensato che sarebbe stato carino e interessante condividere con te quella che è stata la mia ultima esperienza  di viaggio in Giappone, includerò anche qualche consiglio in base alle mie esperienze personali, partendo dal giorno uno, anzi, partiamo da qualche giorno prima….

Per il Day 1 Clicca Qui.

Day 2 Clicca Qui.

Per il Day 3 Clicca Qui

Day 4 Clicca Qui

Per il 5 Clicca Qui

Day 6 e 7 Clicca Qui 

 

Come abbiamo raggiunto Hakone da Tokyo

Prima di tutto abbiamo raggiunto la stazione di Odawara. Per arrivarci abbiamo preso uno Shinkansen che in circa 35 minuti ci ha portato a destinazione.

Da Odawara abbiamo fatto l’Hakone Free Pass, un biglietto che dura 48 ore e da la possibilità di salire su ogni mezzo presente ad Hakone e comprende uno sconto per l’ingresso in alcuni musei e luoghi di interesse. Il costo facendo il Pass a Odawara è di circa 4000 yen (32€ circa) per gli adulti e circa 1500 yen (12€) per i bambini. E’ possibile anche acquistarlo a Shinjuku a circa 5000 yen (40€) e comprende anche la tratta da Shinjuku a Odawara. Noi disponendo del JR Pass lo abbiamo sfruttato fino ad Odawara prendendo lo Shinkansen e poi abbiamo risparmiato sul pass.

A questo punto da Odawara prendiamo il treno che ci condurrà ad Hakone Yumoto dove partirà la nostra scalata verso il Fuji. Prima però lasciamo le valigie nel nostro ryokan. Abbiamo appositamente scelto un ryokan ad Hakone Yumoto per lasciare subito le valigie ed essere liberi durante il giro.

 

Da Hakone-Yumoto a Gora

Partendo da Hakone-Yumoto prendiamo un treno della Hakone Tozan Railway per Gora. Il viaggio dura circa 35 minuti e il treno sale a circa 300 metri di altitudine attraversando una zona ricca di vegetazione.

In questo tratto sono presenti molte aree termali e l’Hakone Open Air Museum, un museo d’arte contemporanea all’aperto dove si possono ammirare le opere di artisti famosi come Rodin e Picasso.

 

Da Gora a Sounzan

Per proseguire prendiamo la funicolare, la Hakone Tozan Cablecar, con cui raggiungiamo Souzan in 10 minuti circa. Qui troviamo il Gora Park e l’Hakone Art Museum, un museo dedicato alle ceramiche.

 

 Da Sounzan a Owakudani

Owakudano Hakone

In genere questo tratto viene percorso in funivia ma le condizioni meteo non danno la possibilità di utilizzarla per il primo tratto. Veniamo portati con un bus sostitutivo ad Owakudani, un’area nata dall’ultima eruzione sul Monte Hakone avvenuta 3000 anni fa. Ancora oggi l’area è attiva con i vapori sulfurei, sorgenti e fiumi bollenti. 

Questa zona è veramente molto suggestiva. E anche se la giornata è particolarmente fredda e ventosa è stato comunque piacevole passarci. Qui si possono gustare le caratteristiche uova nere. che sono delle uova di gallina cotte nelle acque termali vulcaniche; la reazione chimica con il solfuro di idrogeno è quella di colorare le uova di nero.

 

Da Owakudani a Togendai

cracker polpo Hakone

In questo tratto è stato possibile prendere la funivia, l’Hakone Ropeway, che ci conduce a lago Ashi. Il panorama che troviamo qui è di certo conosciuto da tutti i fan di Evangelion.

Qui abbiamo circa mezz’ora di attesa prima di prendere la nave che ci condurrà ad Hakone-machi e quindi facciamo uno spuntino con crackers al gusto di polpo, e sapevano davvero di polpo.

 

 Da Togendai a Hakone-machi

E’ giunta l’ora di prendere la nave pirata dell’Hakone Sighteening Cruise. In 30 minuti di viaggio la nave porta i passeggeri prima ad Hakone-machi e poi prosegue fino a Moto-Hakone.

In questa tratta in genere si dovrebbe vedere bene il Monte Fuji. Purtroppo la giornata di pioggia ha generato parecchia foschia e non riusciamo a vederlo. Possiamo però scorgere da lontano un torii rosso nell’acqua in corrispondenza del santuario di Hakone.

Il clima freddo e ventoso ci fa tornare presto al coperto. Sul ponte della nave pirata fa veramente freddo e dopo qualche foto rientriamo per scaldarci.

Cristina Carlo Nave pirata HakoneCristina Pirata HakoneCarlo vedetta HakoneNave pirata Hakone

 

 Da Hakone-machi a Moto-Hakone

Pensavamo di fare un giro per Hakone-machi e vedere la vecchia residenza estiva della famiglia imperiale e di fare una passeggiata nell’antica via dei cedri ma inizia a piovere forte e decidiamo di continuare con la nave pirata direttamente fino a Moto-Hakone.

 

Da Moto-Hakone a Hakone-Yumoto

Da qui Prendiamo un bus che ci riporterà ad Hakone-Yumoto dove c’è il nostro ryokan con onsen e ci godiamo il resto della serata in ryokan e a bagno nell’acqua termale per riscaldarci.

 

L’esperienza in Ryokan

Ryokan Hakone

Il ryokan è un’esperienza molto bella che consiglio di fare a tutti almeno una volta.

Noi abbiamo preso una camera in stile giapponese con i futon per dormire e compresa di cena e colazione. Parlo del futon in questo articolo.

 

La cameriera

I pasti venivano serviti direttamente nella nostra stanza ed avevamo la nostra cameriera personale che veniva a portarceli.

Conta che se anche tu scegli questa formula non starai mai tranquillo/a. La cameriera verrà nella tua stanza almeno 5 volte prima di darti la buonanotte.

La prima volta ti accoglierà, preparerà il tè e ti aiuterà a mettere il kimono che poi terrai per tutta la permanenza in ryokan. La seconda volta ti apparecchierà la tavola per la cena e ti servirà la prima portata. Successivamente sparecchierà e porterà la seconda portata. E che cena è senza il dolce. E poi occorre sparecchiare e pulire.

Credi sia finita?

Ovviamente no, la cameriera e un uomo in suo aiuto verranno a preparare la camera per dormire. Toglieranno il tavolo e metteranno i futon. Poi finalmente ti darà la buonanotte.

Ma aspetta, ricomparirà tra le 7 e le 8 del mattino per togliere i futon e preparare la tavola per la colazione.

Anche la colazione comprende 2 o 3 portate più la pulizia del tavolo.

 

La notte nell’onsen

Onsen Hakone

Il ryokan in cui eravamo ha due vasche termali pubbliche, una per gli uomini e una per le donne comprese nel prezzo. E delle vasche private esterne su prenotazione al costo di 2000 yen aggiuntivi all’ora.

Decidiamo di provare anche la vasca privata anche perché è l’unica esterna. E’ stata un’esperienza favolosa. La sala era aperta solo sul fondo ed era possibile vedere il panorama della montagna stando a bagno nell’acqua a 40°. Inoltre sul soffitto era posto un vetro da cui penetrava la luce lunare.

Erano disponibili i classici oggetti per la pulizia del corpo prima di entrare in acqua. Infatti occorre lavare bene il proprio corpo prima di entrare nelle acque termali proprio per non sporcarle.

Finito il rilassante bagno nell’onsen privato prendiamo una bibita reintegrante alle macchinette e torniamo in stanza per passare una notte favolosa sul comodissimo futon. Parlo del futon in questo articolo.

 

Il cibo nel Ryokan

Cristina Muggetti e Carlo Bonoli Ryokan Hakone

Sia la cena che la colazione del ryokan sono composti da pasti tradizionali giapponesi. Sono formati entrambi da molte portate. Infatti troverai un sacco di piattini ad attenderti a tavola. In genere la cena comprende un piatto bollito, uno crudo, uno alla griglia, uno sottaceto, uno al vapore, uno in salamoia e uno fritto più il dolce.

Devo dire che non sono state ne la nostra cena ne la nostra colazione preferite. Il pesce, il riso e alcune verdure erano molto buone però il tofu bollito proprio non ci è piaciuto perché era quasi insapore. Ma questi sono gusti.

In ogni caso conviene avere incluse colazione e cena in ryokan perché in queste zone sia i ristoranti che i negozi chiudono molto presto e si rischia di rimanere senza cena.

Cena Ryokan Hakone Colazione Ryokan Hakone

Il giorno dopo, dopo la colazione

La giornata seguente è spettacolare, c’è il sole e la temperatura è sicuramente migliore di quella del giorno precedente. Purtroppo non possiamo però riprovare la gita al monte Fuji perché dobbiamo continuare il nostro viaggio in direzione Shin Osaka.

Prima di salire sullo Shinkansen però, facciamo scorta di onigiri al combini. La colazione non ci ha molto soddisfatti.

 

 

Altro dal mio sito

Nakano il paradiso vintage degli otaku

Odaiba, l’isola artificiale di Tokyo

Diario di Viaggio in Giappone – Day 1

Asakusa, il quartiere più antico di Tokyo

Cosa bisogna sapere prima di partire per il Giappone

Diario di viaggio in Giappone – Day 2

Anime e Manga usati? la soluzione è Mandarake

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?

Pachinko, il gioco d’azzardo giapponese

Divertimento in Giappone: videogames e cosplay

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Action Figure Usate, il negozio migliore di Akihabara

Anime Akihabara: Animate is the way!

Ristoranti strani in cui imbattersi a Tokyo

Harajuku, il quartiere delle mode giovanili

Shibuya, il quartiere dei giovani