Disegnare Manga, strumenti utili

Disegnare Manga, strumenti utili

Dicembre 29, 2018 Off Di Cristina Muggetti

Hai sempre desiderato disegnare manga ma non sai da che parte cominciare? Innanzitutto un buon mangaka che si rispetti deve possedere i giusti strumenti del mestiere.

Cosa sono i Manga?

Manga è un termine che viene utilizzato in Giappone per definire qualsiasi genere di fumetto indipendentemente dal paese di origine, dalle tematiche e dal target. Esiste una moltitudine di generi di Manga presenti in Giappone come ad esempio avventura, romantico, horror, commedia, fantasy ecc. Questi fumetti vengono letti da destra verso sinistra in Giappone ma anche qui da noi in Italia. (Ho parlato dei migliori manga del 2018 in questo articolo)

Chi sono i Mangaka?

In Giappone si definisce Mangaka un autore di fumetti mentre in occidente questo termine viene utilizzato solo per indicare una persona che svolge il lavoro di disegnare manga. Il mangaka idea la storia e realizza i disegni di un’opera a fumetti, aiutato da un gruppo di assistenti che si occupa della colorazione delle parti nere delle tavole, delle chine e degli sfondi . Può succedere che si trovino due mangaka che collaborano insieme, uno di loro si occupa dei disegni mentre l’altro della storia.

Spesso ogni mangaka è legato ad una casa editrice che produce delle riviste su cui vengono pubblicati i suoi lavori. Gli esordienti solitamente producono dei capitoli speciali che vengono chiamati one-shot. In questi capitoli, lunghi circa 50 pagine devono cercare di rappresentare la loro idea e la loro storia nel migliore dei modi per inviarli alla casa di produzione. Parteciperanno a dei concorsi indetti per trovare e pubblicare nuove storie create da nuovi autori emergenti. Le storie vincitrici avranno la possibilità di essere pubblicate sulle riviste e possono poi cominciare la serializzazione. Quando il manga raggiunge un elevato successo viene poi realizzata la serie anime dedicata.

Gli strumenti per disegnare manga 

In qualunque forma d’arte si prenda in considerazione per poter ottenere degli ottimi risultati occorre avere gli strumenti giusti. Oltre al metodo di lavoro (ad esempio il tratto è una parte personale, ogni mangaka ha il suo stile), contano alcuni mezzi precisi che servono per aiutare l’artista a creare un disegno più chiaro oppure più sporco in base a quello che vuole rappresentare. Con questo articolo ti spiegherò quali strumenti ti occorrono per disegnare manga come un vero mangaka giapponese.

La matita

Disegnare manga Matite 2H 2B HBLo strumento fondamentale per disegnare manga è la matita, te ne serviranno almeno 2: una per le bozze ed una per il disegno vero e proprio. Le matite si differenziano tra loro per la qualità delle mine: H = Dura, B = Morbida, F = Sottile. Oltre alla lettera troverai anche un numero che sta ad indicare il raggio della mina della matita. Per disegnare la bozza dovrai utilizzare una matita H perchè ha una mina più dura quindi lascerà un segno più leggero sul foglio che perciò sarà più comodo da cancellare. Mentre per il disegno vero e proprio dovrai utilizzare una B. Per acquistare entrambe queste matite clicca qui.

 

La portamina

disegnare manga portamina e mineUn altro strumento di cui non potrai fare a meno per disegnare manga sono le portamina. Le mine seguono gli stessi principi delle matite per quanto riguarda la classificazione e le più utilizzate sono quelle di tipo B. Per disegnare tratti sottili (le ciglia) è bene usare una mina da 0.3 mm di diametro mentre per i tratti più spessi è consigliabile l’utilizzo di una mina da 2 mm. In genere utilizzando la portamina il mangaka da vita alo scheletro del disegno. Si utilizza una mina da 0,5 mm per le linee guida e una più spessa per rendere i contorni più definiti e dare spessore all’immagine. Questo strumento è utile per fare disegni di piccole dimensioni. Se devi acquistare il portamina ti consiglio di farlo su Amazon. Il portamina della foto comprende anche delle ricariche da 0,3, 0,5, 0,7 e 0,9 mm. Clicca qui per acquistarla.

 

La gomma

disegnare manga gomma per cancellareL’uso della gomma è altrettanto importante quanto quella della matita per disegnare manga. Regola n°1: La gomma va sempre tenuta pulita. Se dovrai utilizzarla per cancellare delle piccole porzioni di disegno dovrai spezzarne un pezzetto per aumentare la precisione dell’operazione. La gomma pane invece è un caso a parte, non si utilizza tanto per cancellare quanto per sfumare e donare effetti grafici molto particolari. Puoi acquistare qui una gomma normale. Mentre puoi acquistare qui la gomma pane.

 

 

I fogli bianchi

disegnare manga fogli per bozzaPer disegnare manga ti dovrai, ovviamente, procurare dei fogli bianchi. Ti serviranno sia per gli schizzi che per i disegni finali. Non ti consiglio di utilizzare la carta per fotocopie perchè di scarsa qualità. I classici fogli da disegno vanno benissimo per il disegno definitivo, puoi acquistarli qui. Mentre per gli schizzi puoi acquistare questi che vedi in foto.

 

 

 

Il tempera matite

disegnare manga tempera matiteLa matita del mangaka deve sempre essere appuntita! Per disegnare manga avrai bisogno di un tempera matite che non spezzi la mina ne aggredisca il legno. Puoi acquistare qui il tuo.

 

La china

disegnare manga inchiostro PilotL’inchiostro è la caratteristica che distingue i manga dalle altre forme d’arte e ovviamente ne esistono molteplici tipi e marche, che si differenziano per la loro scorrevolezza, l’intensità del nero, la rapidità di asciugatura e la durata nel tempo esposti ad aria e luce. Gli inchiostri per manga possono essere usati sia col pennino (funzione primaria) che col pennello. Utilizzate solo inchiostri specifici perchè altrimenti potreste rischiare di intasare il pennino.

Esistono due tipi di nero in linea di massima:

  • Il senryo Ink è un inchiostro a tinta, liquido e non impermeabile
  • Il ganryo ink è un inchiostro a base di pigmento nero, impermeabile, più denso del senryo, che dona una tinta netta per cui non tutti i tipi di bianco riescono a coprirlo.

Esistono vari tipi di inchiostro che viene utilizzato per disegnare manga quello che spopola tra i mangaka è l’inchiostro Pilot, quello utilizzato nell’anime Bakuman. Il nero di questo inchiostro è meno intenso rispetto ad altri ma asciuga molto rapidamente e scorre con facilità. Puoi acquistarne qui una boccetta.

 

 

I pennini

disegnare manga G-PenLa differenza tra i pennini utilizzati per disegnare manga e quelli normalmente venduti in cartoleria è la capacità dei pennini manga di cambiare il tratto con una lieve pressione delle dita. Il mangaka deve rendere le 3 dimensioni su un supporto monodimensionale (il foglio). Per questo motivo deve creare l’illusione della profondità ad esempio se vuole rendere un oggetto distante disegnerà i contorni più sottili rispetto ad un oggetto in primo piano oppure le zone in cui si vedono le pieghe avranno linee più spesse dove si toccano per evidenziare la parte in ombra.

I modelli di pennino esistono in ogni marca e materiale, un tipo di pennino incrociato con un materiale specifico avrà durezza e resa diversi.

  • G-Pen: è il più utilizzato e conosciuto, piuttosto morbido e ideale per gli shonen perchè permette un tratto spesso e scorre senza problemi. Ideale per l’allenamento dei principianti. Puoi acquistarlo qui.
  • Maru-Pen: dalla base rotonda, questo pennino rende difficile il cambiamento di spessore, per questo motivo non risulta essere proprio di facile utilizzo. Tuttavia se lo si sa utilizzare è in grado di dare grandi soddisfazioni. Ha un tratto sottile e delicato, perfetto per i dettagli. Puoi acquistarlo qui.
  • Saji-Pen: è il modello più antico, quello che veniva utilizzato per disegnare i primi manga, era l’unico disponibile e veniva ricavato dai pennini per calligrafia. Questo pennino è molto rigido e si piega con difficoltà alla pressione. Tiene bene l’inchiostro e fa linee sottili ma non troppo, perfetto per gli sfondi (tratto omogeneo). Puoi acquistarlo qui.
  • Nihon-ji: è una via di mezzo tra un Saji e un G-Pen. Possiede infatti la regolarità e la forma della linea del Saji e la morbidezza e la possibilità di facile variazione degli spessori della G-Pen.

 

Materiali dei Pennini

  • Alluminio, è il materiale più morbido in commercio, da la possibilità di variare molto la linea anche con i pennini più rigidi e ha buona scorrevolezza. Non adatto per chi non riesce a mantenere una pressione costante o preme molto.
  •  Cromo, il più diffuso ed utilizzato. Il comportamento di ogni pennino si valuta su questo materiale nella maggior parte dei casi.
  • Oro, sono i più rari e variabili, a seconda del modello e della ditta produttrice. Ce ne sono di molto morbidi o di molto rigidi. I primi sono adatti per chi non premendo molto vuole ottenere linee buone e abbastanza spesse. I secondi sono i migliori per chi preme molto per mantenere linee sottili. I pennini rigidi non sono molto comodi all’inizio perchè è difficile trovare la pressione giusta per riuscire a scrivere.

Quando prenderete confidenza con l’inchiostrazione sarete in grado di valutare le differenze tra uno stesso modello di pennino di due marche diverse o della stessa ditta ma di materiali differenti. Io posso darvi solo qualche indicazione. Sarete voi con la vostra mano, la vostra indole e il vostro gusto a scegliere gli strumenti che fanno per voi e lo stile di disegno che più vi rappresenta. Per iniziare vi consiglio di procurarvi un G-Pen per il disegno principale, un Maru-Pen per i dettagli e un Saji-Pen per gli sfondi, tutte in cromo.

Il Manico del Pennino

disegnare manga porta penninoPer utilizzare i pennini per disegnare manga avrete bisogno di un manico su cui montarli. Esistono di plastica, in legno, lunghi, corti, leggeri e pesanti. Anche per questo strumento dovrete fare delle prove e solo col tempo riuscirete a capire qual’è quello che fa per voi. Alcuni mangaka si limitano all’acquisto di un pennino qualunque che poi modificheranno tagliando le code o aggiungendo gommini in cima per aumentarne il peso o migliorarne la presa. L’unico aspetto a cui fare attenzione è che i pennini manga entrino nel manico. In particolar modo controllate che possa venire montato il pennino maru che ha la base rotonda e non entra nei porta pennino prodotti in Italia. Puoi acquistare qui il tuo porta pennino. In alternativa puoi anche acquistare qui un set contenente un porta pennino e alcuni pennini anche se la qualità potrebbe essere inferiore rispetto ai pennini acquistati a parte.

 

 

Potrebbe interessarti anche…

Disegnare manga. Libri per imparare

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?

Harajuku, il quartiere delle mode giovanili

Asakusa, il quartiere più antico di Tokyo

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Shibuya, il quartiere dei giovani

Akihabara un quartiere da otaku

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Kyoto, cosa vedere in 4 giorni

Libri sul Giappone per organizzare un viaggio

Quartieri di Tokyo descritti in breve