Kyoto, cosa vedere in 4 giorni

Kyoto, cosa vedere in 4 giorni

16 Marzo, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Kyoto è il capoluogo dell’omonima prefettura e si trova nella regione del Kansai. Conta 1,5 milioni di abitanti e fu la capitale del Giappone dal 794 al 1868. Dal momento che venne totalmente risparmiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale rappresenta il più grande patrimonio culturale giapponese e per questo è stata inserita nei siti protetti dall’UNESCO. Per questo motivo Kyoto è definita “La città dei mille templi”.

L’orario dei templi è solitamente dalle ore 9 fino alle 17/18 quindi quando si è in visita a Kyoto è importante riuscire a svegliarsi abbastanza presto la mattina. L’ideale è uscire dall’hotel intorno alle 9 ma se riuscite ad alzarvi prima ben venga tanto di sera non c’è molto movimento quindi il consiglio è di andare a letto presto e alzarsi presto. Quattro giorni a Kyoto sono più che sufficienti per vedere i punti di interesse fondamentali. Se avete più tempo ci sono comunque altre attrazioni interessanti.

1° Giorno

Kyoto KinkakujiKinkakuji

Questo primo giorno sarà un po’ intenso perchè vedremo le mete più importanti di Kyoto. Con la metropolitana raggiungi la stazione di Kitaoji e lì prendi il bus che ti porta al tempio d’oro (Kinkakuji). In alternativa puoi prendere il bus 101 o 205 che in 40 minuti ti condurrà direttamente vicino al tempio. Il tempio è ricoperto da foglie d’oro che riflettono nello stagno posto di fronte e hanno significato di purificazione da ogni pensiero negativo.
E’ famoso per il suo giardino la cui purezza e semplicità rispecchiano i principi zen più profondi. Orario 9:00 / 17:00

Ryoanji

Vicino al tempio d’oro si trova il Ryoanji questo tempio sprigiona un fascino unico con la sua stupenda architettura e i suoi fantastici giardini in particolare il giardino zen karesansui. Grazie alla sua enorme importanza culturale il tempio e i suoi giardini sono considerati patrimonio dell’UNESCO. Orario 8:00 / 17:00

Nishiki Market

Kyoto Polpo del Nishiki MarketRiprendi il bus e torna alla stazione di Kitaoji da qui prendi la linea Karasuma per Shijo dove si trova il Nishiki Market. Questo pittoresco mercato offre la possibilità di acquistare ed assaggiare alimenti un po’ particolari. Puoi fare uno spuntino qui o semplicemente qualche doto ricordo. L’atmosfera che si respira è di altri tempi. Orario: 9:00 / 18:00 (alcuni negozi sono chiusi mercoledì o domenica).

Kiyomizudera

Kyoto Kyomizu DeraPrendi poi l’autobus e scendi alla fermata Kiyomizu-michi segui la salita che ti condurrà al famoso tempio Kiyomizudera. Il kiyomizudera è un insieme di templi che si trova a Kyoto anche se quello più conosciuto è il Otowasan Kiyomizudera alla base del quale si trova la cascata Otowa con 3 diverse fonti dalle quali si può bere per avere una lunga vita, avere una vita amorosa intensa ed avere successo a scuola e nel lavoro. Il panorama di Kyoto dall’alto è molto suggestivo. Orario: 6:00 / 18:00. Visita poi anche le strade di Ninnenzaka e Sannenzaka ottime per acquistare souvenir e prodotti tipici.

Gion

Tornando in centro fai tappa a Gion un antico quartiere di Kyoto in cui potresti avere la fortuna di incontrare una Geisha. Oltre a fare una passeggiata qui potrai trovare molti locali, ristoranti e sale giochi; risulta infatti essere un ottimo luogo in cui concludere la giornata.

2° Giorno

Kyoto Fushimi InariFushimi Inari

Prendi la linea JR Nara e scendi a Inari; a cinque minuti a piedi si trova il Fushimi Inari. Il Fushimi Inari è il principale santuario dedicato al Dio Inari, situato a Kyōto, alla base di una montagna chiamata anch’essa Inari.
Inari è il dio del riso ma dai tempi antichi è visto come il patrono degli affari, e sia commercianti che artigiani lo venerano, infatti ognuno dei torii è stato donato da un’azienda giapponese.

E’ un importante tempio shintoista e viene frequentato dai turisti per l’ambientazione suggestiva creata dai lunghi tunnel di Torii nel bosco che conducono all’altare più importante.
Non è raro trovare sul sentiero varie statue di volpe, considerato animale sacro e messaggero di Inari. A circa metà percorso si può godere anche di un ottimo panorama.
Personalmente ho visitato il Fushimi Inari tutte le volte che sono stata in Giappone e lo reputo il mio tempio preferito fino ad ora. Se ti piacciono le volpi guarda cosa ho trovato QUI.

Arashiyama

Riprendi la JR e vai a Kyoto. Ti consiglio di pranzare qui in uno dei ristorantini che puoi trovare all’interno dell’ultimo piano dei centri commerciali come Isetan e Yodobashi Camera. Successivamente prendi la JR Sagano Line che in 15 minuti ti condurrà a Saga-Arashiyama dove in 10 minuti raggiungerai la foresta di bambù. Fai una passeggiata fino al ponte Togetsukyo e, se pensi che possa interessarti, visita il Parco delle Scimmie a Iwatayama. In zona si trovano anche diversi templi, come ad esempio il tempio Tenryuji. Arashiyama è un quartiere di Kyoto molto amato dai turisti perchè ha un’atmosfera di pace e tranquillità. Inoltre offre dei colori stupendi in tutte le stagioni in particolare durante il periodo dell’hanami, la fioritura dei ciliegi in primavera.

3° Giorno

Kyoto Cervo di NaraNara

Quest’oggi visiteremo Nara. Da Kyoto prendi la JR line o la Kintetsu Line che in 45 minuti ti condurrà a Nara. Il simbolo della città è il cervo e lo possiamo trovare disegnato persino sui tombini. Secondo la leggenda il Dio del santuario di Kashima, Takemikazuchi-no-Mikoto arrivò al santuario Kasuga Taisha di Nara in sella ad una bellissima cerva bianca. Da quel momento i cervi vennero considerati sacri perchè messaggeri dei kami. Un tempo chi uccideva un cervo a Nara poteva essere punito con la morte.

Al giorno d’oggi si calcola che ci siano circa 1200 esemplari a liberi per i parchi di Nara e sono stati dichiarati Monumenti naturali. E’ possibile dar loro da mangiare degli specifici cracker che vengono venduti in alcune bancarelle. Questa specie di cervo viene chiamata Cervus nippon ed è di dimensioni più piccole rispetto ai cervi comuni. Rendi il tuo cucciolo un cervo QUI.

Kyoto Buddha gigante di NaraTodai-Ji

Il tempio più importante da visitare a Nara è il tempio Todai-Ji. Dichiarato patrimonio dell’UNESCO, il tempio ospita la grande sala del Buddha alta 57 metri e profonda 50, la grande statua del Buddha in bronzo alta 14 metri e la lanterna ottagonale alta 5 metri. La grande sala del Buddha rappresenta il più grande edifico costruito in legno al mondo. Dalla stazione JR di Nara occorrono 40 minuti a piedi per raggiungerla mentre dalla stazione Kintetsu Nara 20 minuti. Orario: 7:30 / 18:30.

Giardino Isuien

Nel cuore di Nara si trova il Giardino Isuien, un luogo incantato ricco di colori e profumi che ti porterà indietro nel tempo facendoti rivivere i momenti di massimo splendore di questa città. Isuien significa “sorto sull’acqua” vi lascio scoprire da soli il perchè. A nord di Nara ai piedi del monte Kasuga-yama si trova il santuario shintoista di Kasuga Taisha. Circondato da una fitta vegetazione è un luogo da non perdere se si è a Nara. E’ un esempio di architettura kasuga-zukuri che ruba il cuore ai visitatori grazie alle sue caratteristiche lanterne in bronzo e il colore rosso acceso. In questo luogo la quiete regna sovrana.

Altri punti di interesse a Nara: Toshodai-ji, Yakushi-ji, Tempio Horyuji, Kofuku-ji, Palazzo Heijo e Monte Yoshinoyama.

Dotonbori

Kyoto DotonboriPrendi poi la Kintetsu Line per Osaka-Namba e fai un giro a Dotonbori. E’ una strada commerciale dove il divertimento prevale su tutto. In questa via troverai un sacco di gente e ristoranti che preparano di tutto. Ti consiglio di assaggiare i takoyaki, le famose polpettine con ripieno di polpo (Ne parlo QUI) e gli okonomiyaki, la frittatona giapponese farcita di verdura, carne e pesce (Ne parlo QUI).

4° Giorno

In questa giornata ti lascio varie alternative:

  1. Ginkakuji. Parti da Kyoto e prendi l’autobus 5 o 100 e scendi a Ginkakuji-mae da qui arriverai al tempio d’argento. Prosegui facendo lapasseggiata del filosofo, meravigliosa da fare soprattutto in primavera. Arriverai alla fine al tempio Heian Jingu considerato uno dei migliori templi shintoisti a Kyoto e un elemento importante del patrimonio culturale giapponese.
  2. Il Museo dei Manga vicino alla stazione Karasuma Oike. E’ il primo museo giapponese interamente dedicato alla cultura Manga. Ex scuola elementare ora contenete infiniti scaffali contenenti una vastissima collezione di libri e oggetti che rappresentano questa importante forma d’arte giapponese. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 tranne il mercoledì e l’ingresso costa 800 yen. Vuoi disegnare manga? Leggi QUI
  3. Sanjusangendo, si trova nella zona di Higashiyama  ed è molto importante per la presenza di 1000 statue della dea Kannon. Per raggiungerlo prendi l’autobus 100, 206 oppure 208 fino alla fermata Sanjusangendo-mae. Il tempio si trova poco oltre il Kyoto Park Hotel.
  4. Nel centro di Kyoto sorge su un’area di 275,000 mq, il castello di Nijo. La sua bellezza ammalia i turisti tanto da sembrare che il castello sia stato costruito per essere ammirato più che come fortezza.
  5. Potreste decidere anche di fare un’escursione un po’ più lunga ad esempio a Hiroshima e Miyajima prendendo lo shinkansen da Shin Osaka in un’ora e mezza raggiungete Hiroshima. Da li prendete il treno per Miyajima e successivamente il traghetto e andate a vedere il santuario Itsukushima con i tuoi famosi torii rossi nell’acqua. Fate una scorpacciata di ostriche in tutte le loro tipologie: crude, fritte e alla griglia. Riprendete traghetto e treno e scendete alla fermata nishi Hiroshima da li prendete il bus 25 che in pochi minuti vi porterà al Memoriale della pace di Hiroshima. Fate una visita al museo e al parco in cui potrete vedere cosa sia successo quando la bomba atomica è caduta su Hiroshima.

In Giappone Ostriche di Miyajima

 

Potrebbe interessarti anche…

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Akihabara un quartiere da otaku

In Giappone tra educazione, cibo e tecnologia

Libri sul Giappone per organizzare un viaggio

Shibuya, il quartiere dei giovani

Casa giapponese. 10 elementi tipici