My roommate is a cat – Recensione e trama

My roommate is a cat – Recensione e trama

Novembre 15, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Mi sono imbattuta in “My roommate is a cat” qualche mese fa su consigli odi un’amica. Come sai io prediligo gli anime quindi in questo caso parlo dell’anime però c’è ovviamente anche la serie manga che ha preceduto l’uscita dell’anime.

My roommate is a cat, in italiano, “Il mio compagno di stanza è un gatto” in giapponese ” Dōkyonin wa Hiza, Tokidoki, Atama no Ue” (letteralmente: Il mio compagno di stanza è sulle mie gambe, ma ogni tanto sulla mia testa) è uno Shoujo serializzato nel giugno del 2015 mentre la trasposizione anime, di 12 episodi, viene trasmessa in Giappone nell’inverno del 2019.  L’anime è tratto dall’opera scritta da Minatsuki e illustrata da As Futatsuya.

 

Trama di My roommate is a cat

My roommate is a catDopo la morte dei suoi genitori Subaru Mikazuki resta da solo a casa e considera tutte le altre persone elementi di disturbo al suo lavoro. Subaru fa lo scrittore ed è da sempre una persona timida e solitaria che pensa solo al suo lavoro, tanto che alle volte si scorda persino di mangiare.

Durante una visita alla tomba dei genitori, incontra una micia randagia che gli dà l’ispirazione per scrivere una delle sue storie. Decide così di portare a casa la gattina e di utilizzarla come musa ispiratrice.

La gattina, avendo trascorso una vita difficile fino a quel momento, inizialmente è un po’ diffidente nei confronti di Subaru. Quando però si accorge che vivendo in casa sua ha sempre un pasto pronto e un posto caldo in cui dormire inizia ad essergli veramente grata.

Ad esempio un giorno Subaru cade in terra svenuto per la fame e il troppo lavoro. Haru, che sa cosa sono i morsi della fame, gli avvicina la sua ciotola di croccantini in modo da aiutarlo ad assorbire le calorie necessarie per non morire di fame.

Subaru nell’incoscienza del momento mangia i croccantini di Haru. La micia è soddisfatta di aver salvato il suo umano e da quel momento continua a prendersene cura. Haru era la più grande di una cucciolata e badava ai fratellini con dedizione, pur rimanendo gatti randagi e vivendo in strada tra mille pericoli. Forse proprio per questo motivo, decide di badare al suo “piccolo umano” (come chiama lei Subaru).

Inizia quindi una convivenza in cui le due parti si aiutano reciprocamente e che porterà a migliorare la vita di entrambi. Subaru diventerà più sociale e tornerà a mangiare come si deve e Haru avrà una famiglia e una casa in cui vivere serena.

 

Le mie considerazioni su My roommate is a cat

Subaru Haru My roommate is a acat

Io sono un’amante dei gatti e convivo con due felini quindi l’anime My Roommate is a cat mi ha proprio colpita nel segno. Per intenderci quando lo guardavo i miei occhi diventavano a cuoriccino.

Senza contare che la mia micia ha gli stessi colori di Haru-chan quindi ho lasciato un pezzetto di cuore in questo anime e ho persino comprato il collarino a fiocchetto per i miei mici.

L’aspetto veramente carino di My roommate is a cat è che le puntate sono divise in due parti. La prima dedicata ai pensieri di Subaru, mentre la seconda a quelli di  Haru. E’ molto interessante vedere come l’autore abbia deciso di esprimere i pensieri di una gattina. E devo dire che mi piace molto come l’ha fatto.

Ha cancellato i luoghi comuni riguardanti ai gatti come ad esempio che il gatto non si affeziona al padrone ma alla casa e cose di questo tipo. Haru è una gattina super dolce e gentile che si preoccupa un sacco per il suo padrone, proprio il contrario rispetto a quello che si pensa normalmente sui gatti.

 

Concludendo

Haru My roommate is a cat

Quest’anime mi è piaciuto moltissimo, i disegni di Haru e degli altri gatti degli amici di Subaru sono kawaii all’infinito. Viene voglia di infilare le mani nello schermo e coccolarla.

Insomma, se ti piacciono i gatti o gli animali in generale non rimarrai di certo deluso/a da questo anime. Purtroppo sono solamente 12 episodi ma vale la pena di vederli.

Quindi ti consiglio moltissimo di vedere My Roommate is a cat. Al momento si trovano solo le puntate in giapponese sottotitolate in italiano, la traduzione in italiano non è ancora in progetto.

 

Hai anche tu un gatto?

Terry Cristina Muggetti Celty Cristina Muggetti

Io ho due gatti, quelli della foto qui sopra, vivono con noi da 3 anni e sono adorabili. Se non hai ancora un gatto perché magari ti fai fermare dalle credenze comuni a riguardo, come ad esempio che non siano affettuosi, ti consiglio di smettere di ascoltarle e adottarne subito uno.

Il gatto è un animale molto affettuoso se lo cresci dandogli amore e volendogli bene fin da piccolo. Se il tuo gatto vive in casa senza uscire (cosa fattibilissima, i gatti non soffrono stando solo in casa.) si affezionerà ancora di più a te.

Le uniche cose che occorrono ai nostri amici felini sono pappa, acqua, una lettiera pulita e tanto affetto.

 

Che problemi potrebbe dare un gatto

Haru imbronciata My roommate is a cat

Potrebbe farsi le unghie sul divano o sui tuoi vestiti rovinandoli. La soluzione perfetta è quella di procurarti un tiragraffi ed insegnargli ad usarlo fin da subito. Puoi anche sgridarlo nel caso di comportamenti non consoni. Il gatto capisce quando usi un tono di voce autoritario.

I gatti si possono addestrare come i cani quindi non ti preoccupare, basta insistere sul comportamento che può o non può tenere il tuo amico felino e vedrai che imparerà. Pensa che da piccola la mia Celty ci riportava la pallina come i cani da riporto.

Altro problema comune è la perdita di peli. I gatti, come molti altri animali domestici, cambiano il pelo in determinate stagioni e in quel momento perdono i peli a ciuffi. Un’ottima soluzione è quella di spazzolarli con apposite spazzole studiate per raccogliere i peli. Un’altra è quella di acquistare delle spazzole per togliere i peli da vestiti, divani, coperte e quant’altro. Se ne trovano a pochi euro anche online.

Potrebbe essere che hai bimbi piccoli in casa e hai paura che il gatto faccia loro male con le unghie. In genere i gatti capiscono che il piccolo umano è delicato e difficilmente gli faranno del male a meno che non sono cresciuti nella violenza e nell’instabilità. Se non ne sei certo puoi sempre tagliare la punta degli artigli del tuo micio, stando però attento a non tagliare la parte rosa dell’unghia perché è irrorata da vasi sanguigni e potrebbe causare un’emorragia al nostro amicio.

 

Hai ancora dubbi?

Hai ancora dubbi sul prendere un gatto? Bene guardati l’anime My roommate is a cat e sono certa che cambierai idea.

 

 

 

Altro dal mio sito

Migliori videogiochi anime e manga in uscita nel 2019

I Migliori Videogiochi Anime e Manga del 2018

Odaiba, l’isola artificiale di Tokyo

Giochi giapponesi tradizionali e dell’antichità

Divertimento in Giappone: videogames e cosplay

Akihabara un quartiere da otaku

Pokèmon Leggendari da acchiappare su Nintendo 3ds

Retrogames ad Akihabara: Super Potato

Anime e Manga usati? la soluzione è Mandarake

I 10 migliori film d’animazione non Ghibli

Film Studio Ghibli – Prima Parte