Pachinko, il gioco d’azzardo giapponese

Pachinko, il gioco d’azzardo giapponese

Aprile 17, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Se siete stati in Giappone di sicuro vi sarà capitato di imbattervi in una sala pachinko. Queste sale sala pachinkosono caratterizzate da rumori molto forti e da odore di fumo persistente nell’aria. In queste sale, in genere, è consentito fumare.

Il gioco in se assomiglia alle nostre slot miste a dei flipper infatti occorrono delle specie di biglie per poter giocare. Il rumore eccessivo è dovuto proprio dal rotolare di queste biglie all’inserimento nella slot. Questo movimento è così ripetitivo ed alienante che esistono centinaia di pagine di studiosi, storici, etnologi e scrittori che descrivono questa attività come la più rappresentativa dello spirito giapponese. Non è un caso se la febbre da pachinko non sia mai riuscita a superare davvero i confini dell’arcipelago, a parte qualche sala a Taiwan, la cui società è profondamente influenzata dal Giappone.

Per un primo approccio col gioco d’azzardo QUESTO va benissimo 😀

 

 

Storia e curiosità

Il pachinko è stato ideato sul finire della seconda guerra mondiale nella città di Nagoya, anche se il momento storico preciso della sua origine è stato più volte messo in dubbio in base alla mancanza di prove e fonti certe. Sembra che la parola derivi da pachi-pachi, onomatopea che indica lo scoppiettare del fuoco.

pachinco biglieDietro al pachinko però, come in molti settori che movimentano ingenti quantità di denaro, si manifesta l’ombra della criminalità giapponese, in questo caso della Yakuza, della quale l’industria del gioco d’azzardo è l’attività tradizionale.

Molti di questi locali sono gestiti direttamente dalla malavita, data la grande quantità di denaro che movimentano. Infatti il giro di affari totale annuo si aggira intorno ai 250 miliardi di dollari con un numero di giocatori giornalieri che supera i 29 milioni.

Con una giornata fortunata un giocatore esperto può arrivare a vincere circa 10.000€ ma molto più spesso sono i casi di grosse perdite rispetto alle vittorie.
Per molti non esiste una tecnica particolare per vincere ma si basa tutto sulla semplice fortuna. Se si ha fortuna le palline prenderanno una traiettoria che le porterà ad attraversare i cancelletti, altrimenti cadranno in basso senza portare risultati.

Spesso al mattino presto, davanti ad alcune sale di pachinko si possono vedere file di giocatori pronte a giocarsi i loro soldi, prima ancora di andare a lavorare.
Alcuni di loro passano li dentro intere giornate, tanto che il gioco può essere definito la loro professione.

 

Il gioco d’azzardo non fa bene ne al giocatore ne alle persone vicine.

Se hai qualcuno vicino che gioca potresti consigliargli questo libro: CLICCA QUI

 

Gioco d’azzardo o no?

In Giappone si contano oltre dodicimila sale di pachinko. Il giocatore compra al bancone alcune piccole sfere d’acciaio da giocare nella macchinetta. Molte macchine sono dotate esse stesse di dispositivi cambia soldi, dove quando si inseriscono le banconote si ottengono in cambio le sfere.

slot pachinkoLe ricompense in denaro sono vietate. Al giocatore vincente vengono, infatti, riconosciuti dei gettoni speciali che possono essere rivenduti in alcuni negozi in cambio di denaro.

E’ un modo per aggirare la legge ed evitare che il compenso diretto per la vincita sia il denaro.

Proprio perchè non permette vincite dirette di denaro il pachinko, avvalendosi di una speciale deroga al codice penale, non è ufficialmente considerata gioco d’azzardo.

Il 4 aprile 2011, il governatore di Tokyo si è espresso contro le sale di pachinko, sostenendo che questo popolare gioco e tutte le annesse macchinette automatiche consumassero un’eccessiva quantità di energia. Richiese così uno sforzo per limitarne la diffusione. Non ottenne però  grandi risultati, visto il profondo attaccamento della società a questo gioco.

 

Un altro libro simile a quello di prima CLICCA QUI

 

Come si gioca

Le macchinette del pachinko assomigliano più o meno come le nostre slot machines e a dei flipper, il funzionamento però è molto diverso.

pachinko playerPer giocare bisogna acquistare delle piccole palline metalliche.

La slot-flipper si sviluppa in verticale: il giocatore inserisce una sfera nella macchina, che la rilascia in cima al campo di gioco, su cui si trovano pioli, barriere e così via: la sfera, una volta rilasciata, inizia quindi a rimbalzare su di essi (come in un flipper).

Nel campo di gioco sono presenti anche dei fori d’uscita: se la sfera li raggiunge, si vincono ulteriori sfere, che danno diritto ad altre partite. Se invece la sfera cade sul fondo della parete, essa viene persa.

Nelle versioni più antiche il giocatore lanciava la sfera attraverso una leva a molla, mentre in quelle moderne essa viene lanciata attraverso una valvola a farfalla.

La sfera può cadere in diversi punti, la maggior parte delle volte cade nella macchina e viene persa, ma quando cade in determinati punti, si vincono altre sfere.

In altri tipi di apparecchiature da gioco, dette “pachislot” (fusione delle parole “pachinko” e “slot-machine”) c’è un’ulteriore opportunità di vincita: funzionano in modo simile alle slot-machine, ma in caso di vincita si ottengono sfere.

Durante il gioco, per non far alzare i giocatori dalle loro postazioni, spesso vengono offerte delle bibite fresche. Tutto il personale, prima di entrare e prima di uscire dalle file delle macchinette, saluta i giocatori con un inchino.

 

Se proprio volete giocare cliccate qui sotto e divertitevi con i vostri figli ed amici.

CLICCA QUI

 

 

Altri giochi d’azzardo legali

Il codice penale giapponese generalmente vieta il gioco d’azzardo ma, come abbiamo visto per il pachinko, esistono delle eccezioni alla regola.

Ad esempio sulla categoria delle scommesse sportive e sulle corse dei cavalli e anche nel settore dei gratta e vinci. In quest’ultimo però esistono delle leggi speciali per finalizzare l’aumento degli introiti nelle casse dello stato (un po’ come in Italia :D). Il gratta e vinci è un gioco piuttosto diffuso in Giapppone.

 

Scommesse sportive

Ci sono solo quarto eventi sportivi in cui è legale scommettere per i giapponesei e vengono chiamati sport pubblici:

  1. Corse di cavalli, Keiba.
  2. Corse ciclistiche, Keirin.
  3. Gare di motonautica.
  4. Gare motociclistiche.

Le scommesse possono essere giocate in numerose ricevitorie che si trovano sparse nelle grandi città. Il montepremi oscilla tra il 75 e l’80% delle vendite totali.

In Italia si può scommettere molto più che in Giappone. Ecco qualcosa che ti può aiutare nelle scommesse calcistiche: CLICCA QUI

 

Lotterie

gratta e vinciQueste si svolgono durante tutto l’arco dell’anno e ci sono tre principali tipologie. Le lotterie a numero unico, le lotterie a numero selezionato e i gratta e vinci.

La legge stabilisce che il montepremi di ogni lotteria non deve mai superare il 50% delle vendite totali. I biglietti si possono acquistare nei negozi convenzionati, nei distributori automatici o nei punti vendita specializzati.

 

 

 

Il gioco d’azzardo illegale

Oltre al pachinko e agli altri giochi d’azzardo legali in Giappone esistono anche delle forme di gioco d’azzardo illegali.

Possiamo ritrovarli nei casinò che sono considerati assolutamente fuorilegge, e in alcuni siti internet che permettono la vincita di denaro attraverso il gioco o ancora in scommesse sportive illegali nell’ambiente del sumo o del baseball.

Il casinò è gestito principalmente dalla potente mafia giapponese in quanto corrisponde ad un grande circolo di denaro. Alcuni personaggi politici giapponesi stanno puntando all’apertura legalizzata dei casinò per incentivare il turismo internazionale. Hanno però riscontrato la decisa opposizione del governo preoccupato della dipendenza che potrebbe crearsi in molte persone.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche…

Cat Cafè, gufi, ricci, serpenti da Tokyo

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Divertimento in Giappone: videogames e cosplay

Giapponesi: regole, relazioni e hikikomori

Invenzioni giapponesi nella tecnologia

Giochi giapponesi tradizionali e dell’antichità