Perchè i giapponesi dormono sul futon?

Perchè i giapponesi dormono sul futon?

Ottobre 5, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Ah, si chiama futon?!

Fin da bambina, quando guardavo i miei anime preferiti in TV mi sono sempre chiesta che problema avessero i giapponesi per dormire per terra. Avevo fin pensato che non avessero i soldi per comprarsi un letto!

Quest aspetto della cultura giapponese mi ha sempre affascinata e, crescendo, ho capito che i letti sul pavimento (futon) giapponesi erano una tradizione. Ma non solo, una volta provato il futon in un ryokan mi sono resa conto della comodità di questi letti.

 

Perchè dormire per terra?

Preparando il futon

Uno di motivi principali per cui i giapponesi utilizzano il futon anche al giorno d’oggi è per una questione di spazio. Come è risaputo le case giapponesi sono abbastanza piccole e mettere un letto all’occidentale porterebbe via un sacco di spazio. Infatti il futon si stende a terra la sera e si ripiega in tre parti alla mattina. Questo permette l’utilizzo della camera da letto anche durante il giorno consentendo un maggiore spazio, magari anche per accogliere gli ospiti.

A proposito di ospiti, molto spesso i giapponesi tengono uno o due futon in più nell’armadio. In questo modo all’occorrenza possono ospitare amici, parenti ecc. in casa senza il bisogno di adibire una stanza appositamente per gli ospiti.

futon piegati nell'armadioIn genere alla mattina i futon si stendono sulla ringhiera del balcone e si sbattono con il classico battipanni. Questo per far prendere aria al materasso e per eliminare possibili batteri dopo l’utilizzo. Quindi anche la manutenzione risulta piuttosto semplice da effettuare.

Ma non è solo questione di spazio, il futon è veramente comodo. Il materasso più o meno spesso consente di mantenere una corretta postura cosa che, con alcuni materassi occidentali, non è sempre possibile. In questo modo si rischia molto meno il mal di schiena.

 

 

 

Un po’ di storia

Nel periodo Nara, attorno al 700, il tatami, un tappeto di paglia di riso, veniva utilizzato da tutta la popolazione giapponese per dormire. Questi “tappeti” venivano posti in terra, uno vicino all’altro, e sia ricchi che poveri li utilizzavano per dormire, l’unica differenza tra le due classi era che i ricchi potevano permettersi di mettere più tatami uno sopra l’altro per rendere tutto più morbido, Quindi nel Giappone del 700 che tu fossi ricco o povero dormivi comunque per terra.

Io stessa ho dormito sul tatami nel mio ultimo viaggio e devo dire che non era duro come dormire sulle piastrelle dei nostri pavimenti ma non era nemmeno morbido come un cuscino. Dopo il mio sonnellino ero piuttosto intorpidita, non ci tengo a sapere come sarebbe dormirci una notte intera.

Circa nel 1500 i giapponesi iniziano ad utilizzare il tatami  per ricoprire l’intero pavimento delle stanze. Questa era un’ottima soluzione in Giappone, considerando che i giapponesi tolgono le scarpe prima di entrare in casa. Il pavimento infatti resta sempre pulito e stendere sul tatami il futon non compromette per nulla l’igiene.

Con il tempo, si prese l’abitudine di appoggiare dei cuscini sul tatami e si può dire che questi fossero la prima idea di futon.

Fin dai tempi antichi la camera da letto era la stanza più bella della casa in quanto era adibita anche all’accoglienza degli ospiti.

 

 

Oggi in Giappone

Futon con finestraIn Giappone il futon è ancora molto utilizzato. Sebbene molte case siano arredate con letti in stile occidentale ancora tanti giapponesi preferiscono utilizzare il tradizionale letto giapponese. Probabilmente un po’ per i motivi che ti ho elencato sopra, un po’ per abitudine.

Se vai in Giappone puoi prenotare anche tu un ryokan in cui fare questa esperienza e valutare da te quanto in realtà sia comodo dormire per terra. Ovviamente più il ryokan sarà lussuoso più in genere il futon sarà di qualità.

Personalmente il prossimo viaggio che farò in Giappone pensavo di dormire molto spesso sul futon perchè in genere le stanze sono più spaziose rispetto a quelle di hotel con il letto all’occidentale. Inoltre ritirando il futon alla mattina si ha tutto lo spazio per aprire le valigie durante il giorno, cosa nel del tutto scontata negli hotel.

 

Il futon in occidente

Cristina-addormentata-sul-futonAnche qui in occidente sono arrivati i primi futon per gli appassionati di cultura giapponese. Io personalmente non ne possiedo ancora uno però credo che sia un’ottima soluzione per chi vive in abitazioni piuttosto piccole.

Inoltre avendo un futon in più nell’armadio è possibile utilizzarlo per gli ospiti o cedere il proprio letto all’ospite per avere la scusa per dormire sul futon.

Unico possibile disagio che si potrebbe avere nelle nostre case occidentali è legato alla pavimentazione. In Giappone il tatami è morbido ed è un ottimo isolante. Qui in Italia molti dei nostri pavimenti sono in piastrelle quindi in inverno il futon potrebbe non isolare sufficientemente dal freddo e potrebbe non essere un’ottima soluzione.

L’ideale sarebbe posizionarlo su un pavimento in legno o sulla moquette che comunque isola il calore e risulta essere meno duro del piastrellato, del marmo o di altri materiali.

Altro aspetto che va preso in considerazione è il fatto che i giapponesi usano togliersi le scarpe prima di entrare in casa. In questo modo la sporcizia maggiore non entra e la casa resta più pulita. Noi in casa già cerchiamo di toglierci le scarpe sempre quando entriamo ma ovviamente non è sempre possible far togliere le scarpe a tutti gli ospiti.

Una soluzione potrebbe essere pulire la casa benissimo prima di dormire col futon. Oppure un’altra potrebbe essere quella di metterlo in una stanza a parte in cui si entra senza scarpe, una sorta di “stanza del futon”.

Se te lo sei chiesto quella della foto sono proprio io che mi sparo una dormita sul futon dopo la giornata ad Hakone e prima di andare alle terme. Era veramente comodissimo.

Fare questa esperienza a casa nostra ormai è possibilissimo. Ci sono in vendita un sacco di varietà di futon. Io penso che presto ordinerò questo. 😀

 

 

Altro dal mio sito:

Invenzioni giapponesi nella tecnologia

Casa giapponese. 10 elementi tipici

Elettrodomestici giapponesi più utilizzati

Bagni giapponesi. Toilette ed Onsen

Cultura giapponese. I libri per conoscerla

Gadget Giapponesi per una casa Giapponese

Gadget Giapponesi per la Cucina

5 Gadget Giapponesi di cui non potrai più fare a meno

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?