Ramen vegetariano: l’ankake ramen

Ramen vegetariano: l’ankake ramen

Agosto 13, 2020 Off Di Cristina Muggetti

Chi ha detto che nel ramen debba per forza esserci la carne? L’ankake ramen è il ramen vegetariano che fa per chi non ama mangiare carne e pesce.

Le origini

Le origini del ramen si possono trovare in Cina. Il ramen (NON vegetariano) arrivò in Giappone dopo la 2^ guerra mondiale quando i soldati, rientrati dalla Cina, aprirono le loro prime bancarelle che vendevano il ramen.

A quei tempi nessuno sapeva cucinare il ramen a casa così si prese l’usanza di pensare al ramen come ad un piatto da mangiare esclusivamente al ristorante. Questa tradizione permane fino ai giorni nostri.

 

Perché ramen vegetariano

Nell’ankake ramen non viene utilizzata la carne neanche nel brodo e oltre ai noodles gli ingredienti utilizzati per la preparazione sono praticamente solo verdure.

 

Cos’è l’ankake

L’ankake è una salsa molto utilizzata che viene preparata unendo brodo dashi (o vegetale), mirin, salsa di soia, zucchero di canna e amido di mais. In questa ricetta per il ramen vegetariano utilizzeremo del brodo vegetale per preparare l’ankake.

 

 

La ricetta del ramen vegetatiano – Ankake ramen

ramen vegetariano

Ingredienti per 1 persona

  • 200g di Verdure preferite miste (Cavolo, Carota, Cipolla, Germogli di soia, Sedano, anche funghi)
  • 1 porzione di Tagliolini al uovo
  • 600 ml di Brodo di vegetale
  • 1 cucchiaio di amido di mais sciolto con 2 cucchiai di acqua
  • Olio di semi di sesamo
  • Sale e Pepe
  • 15 ml di mirin
  • 45 ml di salsa di soia
  • 10 gr di zucchero di canna

 

Procedimento

  1. Fai bollire l’acqua per lessa i tagliolini
  2. In un altra pentola mantieni il brodo caldo
  3. Taglia le verdure a pezzetti e saltale con una padella oleata.
  4. Aggiungi sale e pepe a piacere.
  5. Prendi 1 mestolo di brodo caldo e versalo nella padella con le verdure e cuoci per 2 minuti
  6. Dopo di che aggiungei la fecola sciolta con acqua, il mirin, la salsa di soia e lo zucchero di canna e mescola bene, cuoci ancora per qualche minuto e togli dal fuoco
  7. Cuoci i tagliolini nell’acqua bollente, poi scolali
  8. Metti i tagliolini in una ciotola, versa il brodo bollente, poi le verdure saltate con un filo di olio di semi di sesamo e il pepe a piacimento.

Itadakimasu!

 

 

Potrebbe interessarti anche….

Taiyaki, il dolcetto giapponese a forma di pesce

Tonkatsu, la cotoletta giapponese

Carne di Kobe una prelibatezza giapponese

Mochi. Storia, ricetta e preparazione

Natto: cos’è e come si prepara a casa

Piatti giapponesi più popolari in Italia