Retrogames ad Akihabara: Super Potato

Retrogames ad Akihabara: Super Potato

6 Gennaio, 2019 Off Di Cristina Muggetti

Se andando in giro fischietti la colonna sonora di The Legend of Zelda o Super Mario, Super Potato, negozio specializzato nella vendita di retrogames, farà al caso tuo. Se invece sei l’amico che alza gli occhi al cielo quando sente fischiettare quelle melodie ti conviene aspettare fuori.

Akihabara

Super Potato Retro GamesCi troviamo ad Akihabara, in sottofondo sentiamo le sigle degli anime che provengono dai negozi specializzati insieme alle voce dei negozianti che invitano i clienti ad entrare nel loro negozio. Attraversiamo la strada, superiamo le ragazze carine vestite da cameriere in stile vittoriano (Maid) che ci chiamano per entrare nel loro locale e proseguiamo in una viuzza secondaria. Usciamo dal labirinto di bancarelle che vendono prodotti di elettronica ed informatica fino a giungere di fronte all’insegna di Super Potato, per notarla vi consiglio di alzare lo sguardo. Benvenuto nel paradiso del retrogames. Tre piani di godimento in cui svuotare la carta di credito per accaparrarsi i videogiochi che ci hanno intrattenuti centinaia di ore da bambini.

All’interno di Super Potato

Davanti alla porta d’ingresso vi accoglierà il motivetto 8-bit di Super Mario Bros che si intona con quello che stavi fischiettando poco prima. Ti scappa un sorriso finchè non arrivi alla stretta ed angusta scalinata (non ci si passa in due persone, si scende e si sale uno per volta). Percorrendola arrivi al terzo piano dell’edificio nonche il primo piano del nostro negozio di retrogames preferito.

In questo piano (e anche al piano successivo) ci lanceremo nell’era degli 8-bit dove ogni appassionato e cultore sgranerà gli occhi e rimarrà a bocca aperta. Migliaia di retrogames prodotti tra la fine degli anni Settanta e gli Ottanata/Novanta sono collocati su decine e decine di scaffali e vetrine in vetro. Qui si può trovare qualsiasi tipo di videogioco, console e gadget prodotto in quegli anni. Gli espositori sono forniti di confezioni impilate in ordine impeccabile. I prezzi vanno dal molto conveniente al carissimo a seconda dello stato di conservazione e di rarità.

Quindi al 1° piano di Super Potato (il 3° dell’edificio) troviamo i primi retrogames usciti prima di Playstation (Nintendo, Super Famicon, Sega), al 2° piano PS1 e PS2, prima Xbox, Dreamcast, Saturn e console portatili (GameBoy, WonderSwan, GameGear). L’ultimo piano di Super Potato, invece, è stato dedicato alla creazione di una sala giochi vecchio stile con i cabinati di una volta come quelli di Street Fighter o Super Mario Bros.

Cosa si può acquistare da Super Potato

Atari 2600  (1977)

Atari 2600E’ stata la prima console domestica che consentiva l’utilizzo di cartucce di gioco. Prodotta da Atari è ancora ricordata come la prima console di successo, infatti, sono stati venduti ben 30 milioni di esemplari. Il gioco più diffuso di questa console è Pac Man. In questo retrogames  bisogna guidare una creatura sferica e gialla che con la sua bocca deve mangiare tutto ciò che trova nel labirinto di gioco. Evitando, però, di venire uccisi dai 4 fantasmi colorati antagonisti. Per giocare si poteva utilizzare Joystick, paddle, trackball, tastiera, Driving Controller, era collegabile alla TV e disponeva di 128 byte di Ram.

Per i più accaniti fan ho trovato una nuova versione flashback contenente 120 giochi acquistabile qui.

Una versione portatile con 70 giochi acquistabile qui.

Pac Man è diventato così famoso che esiste ogni tipo di gadget al riguardo come ad esempio un bellissimo mini cabinato del gioco che puoi acquistare qui o ancora maglioni e giocattoli.

Nintendo Entertainment System (1983)

NES FamicomIl NES chiamato in Giappone Family Computer o abbreviato Famicom è una console per videogiochi 8 bit prodotta da Nintendo nel 1983. Viene considerata come il sistema che ha risollevato il settore video ludico dopo la crisi del 1983. I suoi retrogames come Super Mario Bros.The Legend of ZeldaPunch-Out!!ExcitebikeMetroidNinja Gaiden e Castlevania erano di livello qualitativo superiore a qualsiasi videogioco di quei tempi. Con l’uscita di questa console si inizia ad usare un modello lavorativo che verrà poi adottato da tutti: concedere a terze parti le licenze per lo sviluppo del software. Il NES è stata la console di gioco più venduta della sua epoca con 65 milioni di unità vendute in Giappone e 7 milioni negli USA. Nel 2009 IGN l’ha definita come la migliore console video ludica di tutti i tempi.

La console è ancora in vendita su Amazon in formato mini con 30 giochi preinstallati e non costa moltissimo, puoi acquistarla qui.

Ho anche trovato un gioco per il Nintendo 3DS che comprende alcuni giochi del NES per acquistarlo clicca qui.

Sega Master System (1985)

Sega Master SystemIl Sega Master System, chiamato in Giappone, Sega Mark III è una console per videogiochi 8 bit basata su cartucce e distribuita in Giappone nel 1985 fino al 1996. Questo prodotto è stato lanciato sul mercato per competere con il Famicom prodotto da Nintendo. Il Sega Master System ha venduto 13 milioni di unità contro i 60 milioni del concorrente. Il Master System viene considerato una delle console più longeve in particolar modo per via della sua popolarità in Brasile, dove è stato commercializzato dopo il 2000. La console è quasi introvabile, ho trovato però una console portatile con inseriti 30 retrogames Sega pronti da giocare. Puoi acquistarla qui.

Sega Mega Drive (1988)

Sega Mega DriveIl Sega Mega Drive, commercializzato negli stati uniti come Sega Genesis è una console per videogiochi a 16 bit prodotta da SEGA tra il 1988 e il 1997. E’ stato il secondo sistema dotato di lettore CD grazie alla successiva distribuzione di un dispositivo esterno (Sega Mega CD). Questo strumento era studiato per aggiungere una maggiore capacità di memorizzazione e una maggiore potenza di calcolo al sistema. Queste caratteristiche permettevano di avere velocità maggiori e una grafica più accurata e inoltre colonne sonore di qualità. In Italia Giochi Preziosi distribuì la console. I giochi distribuiti furono circa un centinaio e, a parte alcuni titoli come ad esempio Sonic-CD, erano tutti remake dei vecchi retrogames prodotti.Nonostante il successo riscontrato in Nord America, Europa, Brasile e Giappone questa console non riuscì a stare al passo di Nintendo.

Su Amazon il Sega Mega Drive è ancora disponibile con 85 giochi compresi e acquistabile qui.

C’è anche il modello portatile che puoi acquistare qui.

Inoltre Playstation, Nintendo ed Xbox hanno lanciato un gioco per le loro nuove console in cui sono inclusi oltre 50 retrogames, acquistalo qui.

Game Boy (1989)

Game BoyIl Game Boy è una console portatile a cartucce prodotta e distribuita da Nintendo tra il 1989 e il 2003. In Giappone ed in America la console venne distribuita nel 1989 insieme al videogioco Tetris. In Europa arrivò nel 1990 con quattro titoli di retrogames: Super Mario Land, Alleyway e Baseball oltre al già citato Tetris. Questa console rappresenta il successore della Game & Watch prodotta nel 1980. I suoi concorrenti principali furono Game Gear, l’Atari Lynx e la TurboExpress. Nonostante che a prestazioni tecniche queste console furono molto superiori il Game Boy ebbe un enorme successo.  Il videogioco è stato dismesso nel 2003 ben 14 anni dopo il lancio. Questo Game Boy lo trovate solo in negozi dell’usato come ad esempio Super Potato.

Ho trovato questo adattatore per smartphone che vi permetterà di giocare ai vostri retrogames preferiti. Lo trovi qui.

Game Boy Pocket e Game Boy Light (1997)

Game Boy PocketNel 1997 venne progettata anche la serie Pocket. Il Game Boy Pocket era modellato sul precedente modello ma era più sottile e oltre alle precedenti colorazioni base (grigio e bianco) disponeva anche dei colori argento, nero, rosso, verde, blu, giallo e trasparente. Presentava uno schermo a toni di grigio e più grande rispetto al precedente modello che era monocromatico. Utilizzava due batterie mini stilo che consentivano un’autonomia di 10 ore. Venne poi prodotto anche il modello Light identico al Pocket ad eccezione dello schermo che disponeva di retroilluminazione. Usava due batterie AA che consentivano un’autonomia di 12 ore con retroilluminazione accesa e 20 se spenta.

Puoi acquistare qui il Game Boy Pocket.

Ho trovato anche il  gioco Super Mario Land 2 puoi acquistarlo qui.

E anche i giochi Pokémon Blu, Pokémon Rosso e Pokèmon Giallo.

Atari Lynx (1989)

L’atari Lynx è una console a colori e portatile sviluppata da Atari. Diretta concorrente di Game Boy sviluppata da Nintendo nello stesso anno. Anche se nettamente superiore tecnicamente rispetto al Game Boy Lynx non riuscì a prevaricare sulla console Nintendo. L’aggressiva strategia di marketing e la migliore portabilità consentirono a Nintendo di dominare il mercato delle console portatili. Inoltre Lynx soffriva di alcuni difetti come la ridotta durata delle batterie, il peso e le dimensioni. La console utilizzava 6 batterie stilo e forniva un’autonomia minore per via dello schermo a colori e della retroilluminazione. Nel ’91 Atari lancia la seconda versione di Lynx che differisce dall’altro per un’illuminazione più accentuata, un case più piccolo, l’aggiunta di uno slot per cuffie stereo anziche mono ed un dispositivo di risparmio energetico integrato.

Puoi acquistare qui Atari Lynx 2.

Mentre qui puoi acquistare il videogioco Slime World.

Neo Geo (1990)

Neo GeoIl Neo Geo è una tecnologia per videogiochi commercializzata tra il 1990 e il 2004. Questa tecnologia è stata utilizzata nei retrogames Arcade (Neo Geo Multi Video System) e nella console per uso domestico (Neo Geo Advanced Entertainment System ). Neo Geo ha un significato ben preciso: “Nuovo Mondo”. Scelto nell’ambito dei cabinati perchè dava la possibilità di avere cabinati più economici e configurabili facilmente. Nell’ambito domestico in grado di riprodurre i retrogames delle sale giochi con assoluta fedeltà. A causa dell’elevato costo ebbe però scarsa diffusione. I videogiochi più popolari furono Metal SlugThe King of FightersSamurai ShodownFatal FuryArt of Fighting e The Last Blade.

Per questo videogioco ho trovato solo una mini riproduzione di un cabinato da sala giochi contenente 40 giochi. La trovi qui.

Super Nintendo Entertainment System (1990)

Super Nintendo SNESIl Super Nintendo o SNES (Super Famicom in Giappone) è una console per videogiochi a 16 bit prodotta da Nintendo tra il 1990 e il 2003. SNES ebbe un successo globale e in poco tempo divenne la console più venduta e famosa tra i 16 bit. Nonostante una partenza lenta dovuta al confronto con Sega Mega Drive, SNES rimase popolare anche nell’epoca dei 32 bit. Tutto ciò reso possibile da una nutrita schiera di appassionati e collezionisti. I titoli di retrogames più famosi e che ebbero più successo sono sicuramente: Zelda. A Link to the past, Super Metroid, Final Fantasy VI, Donkey Kong Country, Diddy’s Kong Quest, FIFA International Soccer e Super Mario Kart.

Nel 2017 è poi uscita una nuova versione della console chiamata Nintendo Classic Mini Super Nintendo Entertaiment System che include 21 giochi. E’ acquistabile su Amazon cliccando qui.

Sega Saturn (1994)

Sega SaturnIl Sega Saturn è una console di quinta era prodotta da SEGA e presentata in Giappone nel 1994. Il Saturn ottiene il secondo posto nella guerra delle console appena dietro al Super Nintendo. Questo successo si affievolì con l’uscita di Sony PlayStation e Nintendo 64. Nel 1998 la produzione venne interrotta in preparazione dell’uscita di Sega Dreamcast.

La console è quasi introvabile su Amazon, ho trovato questa alternativa portatile che comprende già 80 giochi, acquistala qui.

 

 

Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

PlayStation (1994)

PlayStationLa Playstation (PSone per i modelli usciti dopo il 2000) è una console per videogiochi a 32 bit prodotta dalla  Sony Interactive Entertainment. Venne lanciata in Giappone nel dicembre 1994 mentre negli USA e in Europa nel settembre 1995 rimanendo sul mercato per 12 anni. La Sony puntò tutto sulla produzione di CD per quelli che possono essere considerati al giorno d’oggi i suoi retrogames. Questa scelta si rivelò vincente anche grazie alla decisione di fare supportare alla console la lettura dei CD audio. Inoltre l’utilizzo dei CD consentiva agli sviluppatori di rimettere in vendita ad un prezzo più basso i titoli invenduti o obsoleti. Il contro di questa scelta fu che favorì la duplicazione dei giochi illegalmente a basso prezzo.

Modifica illegale della console

Uno dei motivi del grande successo di PlayStation fu che era facilmente modificabile in termini di hardware. Era possibile duplicare i giochi su CD utilizzando un semplice masterizzatore, in questo modo il giocatore aveva accesso a moltissimo materiale video ludico al prezzo di alcuni CD vergini. E’ comunque da escludere il fatto che Sony volesse mettere sul mercato una console con sistemi di protezione non all’altezza, se le vendite dei giochi non fossero state considerevoli i guadagni sarebbero stati così scarsi da provocare una perdita.

Il Successo

PlayStation era una console di successo perchè possedeva migliori prestazioni in particolare nei videogiochi tridimensionali non garantiti invece nel Sega Saturn. Inoltre aveva costi di produzione inferiori, aveva un software facilmente sviluppabile e disponeva di una grande varietà di videogiochi. C’è anche da tenere in considerazione le possibilità economiche di Sony che consentivano l’utilizzo di campagne pubblicitarie di gran lunga più diffuse ed efficaci. Nella fine degli anni ’90 PlayStation ebbe un boom di vendite di 40 milioni di unità in soli 2 anni.

La prima Playstation è ancora disponibile su Amazon. La trovi qui.

Ho trovato anche la PSone, il modello uscito nel 2000. La puoi acquistare qui.

PlayStation Classic

PlayStation ClassicDurante lo svolgimento di una conferenza stampa tenutasi al Tokyo Game Show il 20 settembre 2018 Sony ha annunciato una nuova console chiamata Playstation Classic per celebrare il 25° anniversario di uscita del primo modello. Contiene due controller Usb e 20 tra i migliori giochi di sempre come Final Fantasy VII e Tekken 3. Utilizza un cavo HDMI per il collegamento alla TV e, anche se non è compatibile con il multigiocatore online o playStation Plus, offre la possibilità di scaricare altri giochi tramite PlayStation Network nel PlayStation Store.

La console è disponibile in tutto il mondo dal 3 dicembre 2018. Puoi acquistarla qui.

Nintendo 64 (1996)

Nintendo 64Il Nintendo 64 o N64 è una console a 64 bit prodotta da Nintendo tra il 1996 e il 2002. La console venne messa in commercio in sostituzione del Super Famicom (SNES) uscita nel 1990. Nei primi anni novanta erano in via di sviluppo diverse tecnologie che sarebbero servite per migliorare la capacità delle console dell’epoca. Alcune di queste tecnologie consistevano in chip aggiuntivi che venivano inseriti dagli sviluppatori nelle cartucce dei retrogames con l’intento di aumentane le prestazioni sommandosi all’hardware dello SNES.

Un pò di Storia

Nel 1995 quando l’era del Super Nintendo volgeva al termine le software House stavano iniziando a pensare al passaggio ai 32 bit. Nintendo decide invece di passare direttamente ai 64 bit creando il Nintendo 64. Lo sviluppo dei videogames per il 64 terminò nel 2002 con l’uscita di The Legend of Zelda: The Wind Waker e Resident Evil 0. Retrogames che vennero poi riprogrammati per la successiva console, il Nintendo GameCube.

L’N64 vendette moltissimo soprattutto in Giappone superando le 30 milioni di unità vendute. Anche se raggiunse traguardi invidiabili non arrivò mai al successo di NES e SNES perchè venne nettamente sconfitto dall’avvento di PlayStation. PS prodotta da Sony stabilì un nuovo record vendendo 100 milioni di unità. Riuscì a superare comunque Sega Saturn che raggiunse solo 9,5 milioni di vendite.

La scelta di Nintendo di utilizzare ancora le cartucce era stata fatta per scongiurare la pirateria. Tuttavia i fan si aspettavano un prodotto avveniristico pari a PlayStation. La Play poteva anche riprodurre CD musicali oltre ai giochi offrendo due tipi di intrattenimento utilizzando una sola piattaforma. Inoltre il basso costo di produzione dei CD permetteva a Sony di rimettere in vendita i videogiochi più vecchi a prezzi vantaggiosi, cosa che Nintendo non poteva fare a causa dell’alto costo di fabbricazione delle cartucce.

Il Controller

Pad Nintendo 64Il controller del N64 viene definito tricorno per via della sia forma composta da tre maniglie per afferrarlo. E’ composto da una leva analogica al centro con base ottagonale sulla maniglia centrale, una croce digitale posta sulla maniglia di sinistra. Sei tasti frontali: due chiamati A e B (blu e verde), gli altri 4 gialli al centro dei quali si trova la lettera C e su ognuno è disegnata una freccia in base alla direzione indicata. Vi sono poi 3 tasti dorsali L e R a sinistra e destra mentre Z dietro alla maniglia centrale. Troviamo poi il tasto start al centro. Nella parte alta del retro del controller è situata un’estensione che può essere utilizzata per accogliere 3 accessori. Il Rumble Pak che permette la vibrazione. Il Controller Pak una memoria aggiuntiva per il salvataggio di dati opzionali. Infine il Transfer Pak che consentiva il trasferimento di foto scattate con un accessorio del Game Boy (Game Boy Camera) e il trasferimento di dati tra Pokèmon Stadium e Pokèmon Stadium 2 e tre titoli dedicati ai Pokèmon del Game Boy.

Retrogames

I titoli più venduti per questa console furono Super Mario 64, The Legend of Zelda Ocarina of Time, Mario Kart 64 e Pokèmon Stadium che permetteva il collegamento e lo scambio di dati coi videogiochi Pokèmon per Game Boy.

La versione italiana della console non è disponibile su Amazon ho trovato l’edizione della Germania. Clicca qui per acquistarla.

Sempre nella stessa edizione ho trovato il gioco Super Mario 64, puoi acquistarlo qui.

Game Boy Color (1998)

Game Boy ColorIl Game Boy Color o GBC è il successore del precedente Game Boy in bianco e nero. Venne messo in commercio il 23 ottobre 1998 e solo un mese dopo raggiunse tutto il mondo. Il GBC disponeva di uno schermo a colori e di un processore a 8 MHz. Dispone inoltre di una porta di comunicazione ad infrarossi supportata solo in alcuni giochi come ad esempio Pokèmon Trading Card Adventure. La console può visualizzare fino a 2560 diversi colori contemporaneamente sullo schermo dalla sua tavolozza di 32768. Inoltre da la possibilità di aggiungere 4 colori ai giochi per Game Boy in bianco e nero. I retrogames del GBC originale sono delle cartucce con scocca trasparente, nera o grigia. Eccezione fatta per le cartucce di Pokèmon Oro, Pokèmon Argento e Pokèmon Giallo che sono del colore indicato dal videogioco con l’aggiunta di glitter, tecnicamente identiche a quelle di colore nero. I giochi più conosciuti per questa console sono sicuramente quelli di Pokèmon oltre ai classici titoli della serie come Super Mario o The Legend Of Zelda.

Puoi acquistare il tuo Game Boy Color su Amazon cliccando qui.

E’ ancora possibile trovare i giochi di Pokèmon versione Gialla, Oro e Argento.

Questi titoli sono stati anche riprodotti per la nuova console Nintendo 3DS puoi acquistare qui Pokèmon Argento e qui Pokèmon Oro.

Dreamcast (1998)

DreamcastIl Dreamcast è una console a 128 bit prodotta e sviluppata dalla SEGA. Venne commercializzata in Giappone da novembre 1998 mentre in america sbarcò quasi un anno dopo. Questa console aveva caratteristiche simili a quelle delle console di sesta generazione come Xbox e Playstation 2 (resa disponibile solo nel 2000). Fu l’ultima console che venne prodotta dalla casa nipponica per il mercato casalingo dopo il Saturn. Si stimò che il numero totale di retrogames venduti su Dreamcast fino al 2014 superò i 64 milioni soppiantando il Saturn fermo a 47 milioni. Tra i titoli di lancio figurano Soul CaliburSonic Adventure e The House of the Dead 2.

La console è disponibile usata qui.

Cliccando qui trovi il controller.

Ed ecco il videogioco di Soul Calibur. Clicca qui.

Se non ti va di acquistare la console puoi provare alcuni giochi utilizzando questa collezione di giochi per PC. La trovi qui.

PlayStation 2 (2000)

PlayStation 2La PlayStation 2 (PS2) è una console per videogiochi prodotta da Sony Computer Entertainment e presentata in Giappone il 1° marzo 1999 e commercializzata un anno dopo in tutto il mondo. Nonostante sia una console di sesta generazione, la versione slim rimase in commercio fino a fine 2012. Sony ha di recente annunciato che c’è ancora grande richiesta da zone come il Medio Oriente e il Sud America. La PlayStation 2 è la console più venduta di tutti i tempi con le sue 150 milioni di unità. I giochi di questa console utilizzavano il supporto DVD, inoltre la Playstation 2 è anche retrocompatibile, questa caratteristica rappresenta un’ottimo metodo di marketing. I giocatori che erano in possesso di una collezione di retrogames del precedente modello potevano continuare a giocare ai loro videogiochi. La connessione internet era disponibile tramite l’acquisto di uno strumento aggiuntivo che venne poi implementato nel modello slim. Uno dei videogiochi più giocati in assoluto di questa console è Grand Theft Auto: San Andreas (GTA San Andreas).

Trovi Playstation 2 acquistabile su Amazon, clicca qui.

Trovi qui il Videogioco GTA San Andreas.

Nintendo GameCube (2001)

Nintendo GameCubeIl NGC è una console a 128 bit prodotta da Nintendo. Il GameCube venne annunciato nel maggio 1999. Durante l’E3 2001 vennero svelati i titoli di lancio della console, tra cui Luigi’s MansionSuper Smash Bros. MeleePikminMetroid Prime e Star Fox Adventures. Oltre a videogiochi di terze parti quali Star Wars Rogue Squadron II: Rogue Leader e Wave Race: Blue Storm, venne anticipato lo sviluppo di giochi appartenenti alle serie Animal Crossing e The Legend of Zelda. Il GameCube utilizza un supporto ottico quindi le vecchie cartucce del Nintendo 64 non sono compatibili con questa nuova console. I DVD sono però di diametro inferiore rispetto a quelli normali: 9 cm contro 12 cm. L’aspetto a forma di cubo è stato scelto per richiamare l’idea di compattezza. E’ stato presentato in colore indaco ma successivamente venne prodotto anche in nero, arancione, argento ecc. I retrogames del GameCube sono compatibili anche con la console Nintendo successiva, il Nintendo Wii. Di recente è stato creato un accessorio che funge da adattatore per il controller del GC in modo da renderlo utilizzabile per alcuni giochi sulle ultime console Nintendo.

La console è disponibile qui. 

Super Smash Bros Melee è disponibile qui.

Luigi’s Mansion è disponibile qui.

Mario Kart Double Dash è disponibile qui.

Microsoft Xbox

XboxL’Xbox è una console per videogiochi prodotta da microsoft e messa in vendita nel 2001 in Nord America, nel 2002 in Giappone e il 14 marzo in Europa e Australia. Questa console rappresenta il primo tentativo di Microsoft di entrare nella scena dei videogiochi.

Il lancio della console organizzato in grande stile, avvenne a Times Square (NY), il 15 novembre 2001. All’evento partecipò Bill Gates in persona e venne ospitato da Toys “R” Us. L’Xbox venduta a 299 dollari vendette oltre un milione di unità in sole 3 settimane accompagnata da oltre un milione di copie del videogioco Halo: Combat Evolved. Nel febbraio 2002 la console venne lanciata anche in Giappone non raggiungendo lontanamente i risultati americani con sole 130 mila unità vendute nella prima settimana. In Europa Xbox ebbe più successo che in Giappone ma non raggiunse le cifre americane probabilmente perchè il prezzo al momento del lancio era di 479€ che venne poi abbassato a 299€ proprio perchè si riteneva che il prezzo fosse inaccessibile a molte persone.

Puoi acquistare qui l’ultimo modello di Xbox

Puoi acquistare qui Halo: The master chief collection

Game Boy Advance (2001)

Game Boy AdvanceIl GBA è una console portatile a 32 bit commercializzata, prodotta e sviluppata da Nintendo. E’ il diretto successore di Game Boy Color. Fu la prima console portatile di Nintendo a superare le caratteristiche tecniche dell’Atari Lynx che lo rendono simile al Super Nintendo. La somiglianza nella grafica è il motivo principale per cui sono stati prodotti vari remake dei titoli a 16 bit come Super Mario AdvanceDonkey Kong Country 1,2 e 3, The Legend of Zelda: A Link to the Past, F-Zero: Maximum VelocityFinal Fantasy IVDoom 1, 2 e altri.

Anche se le cartucce del GBA sono differenti rispetto a quelle dei precedenti Game Boy esso resta retrocompatibile ai vecchi retrogames della serie. Il Game Boy Advance non è dotato di supporto reale per la grafica 3D ma la discreta potenza del processore permetteva di realizzare software di mondi 3D fatti di un numero limitato di poligoni, sorgenti di luce e ombre e texture mappate.

Puoi acquistare qui il Game Boy Advance.

Puoi acquistare qui Super Mario Advance.

Invece, puoi acquistare qui Donkey Kong Country.

Game Boy Advance SP (2002)

Game Boy Advance SPSuccessore del GBA è il Game Boy Advance SP a cui sono state apportate diverse migliorie: lo schermo più grande e dotato di sportellino, il monitor dotato di illuminazione che può essere disattivata o attivata. Inoltre questo è il primo GB che utilizza una batteria al litio ricaricabile che consente 10 ore di gioco con luce attiva e 18 con luce spenta. Come GBA l’SP è retrocompatibile a tutti i retrogames suoi predecessori.

 

Puoi acquistare qui il Game Boy Advance SP.

 

Potrebbe interessarti anche…

Capsule hotel? Dove dormire in Giappone?

Harajuku, il quartiere delle mode giovanili

Asakusa, il quartiere più antico di Tokyo

Shinjuku, il quartiere di Tokyo che non dorme mai

Shibuya, il quartiere dei giovani

Akihabara un quartiere da otaku

5 giorni a Tokyo, itinerario di viaggio

Kyoto, cosa vedere in 4 giorni

Libri sul Giappone per organizzare un viaggio

Quartieri di Tokyo descritti in breve