Ricetta Dorayaki: Storia, varietà e preparazione

Ricetta Dorayaki: Storia, varietà e preparazione

Gennaio 22, 2019 Off Di Cristina Muggetti

La ricetta del dorayaki prevede l’utilizzo di due pancake sovrapposti una sopra l’altro con ripieno di anko, una confettura ricavata dai fagioli azuki. L’impasto dei dorayaki è una specie di “pan di spagna giapponese”: il kasutera. Questo impasto ha una consistenza compatta e soffice che non si sbriciola e viene utilizzato per la preparazione di molti dolci. E’ molto buono anche se mangiato da solo.

 

Come si prepara il Kasutera

Ricetta Dorayaki kasuteraIngredienti

  • Uova
  • 100 g Zucchero
  • 100 g Farina 0
  • 50 ml Latte
  • 50 g Miele
  • 1 cucchiaio Mirin Liquore Giapponese

Preparazione

  1. Metti le uova e lo zucchero in una ciotola calda
  2. Fai scaldare il latte e fai sciogliere dentro il miele e il liquore.
  3. Monta le uova con lo zucchero per 10 minuti con la frusta elettrica finché otterrai un composto spumoso e biancastro.
  4. Unisci la farina (dopo averla setacciata) al composto di uova sbattendo con le fruste e, continuando a sbattere, aggiungi il latte caldo con il miele a filo.
  5. Sbatti per altri 5 minuti per ottenere un composto molto spumoso.
  6. Fodera uno stampo rettangolare o quadrato con carta da forno oppure imburralo bene
  7. Versa l’impasto per la kasutera nello stampo
  8. Cuoci in forno preriscaldato statico a 140° per 1 ora e 20 minuti circa.
  9. Sforna il pandispagna giapponese, coprilo con carta forno e capovolgilo.
  10. Fallo raffreddare completamente e sempre capovolto poi toglilo dallo stampo e utilizzalo come volete.

Un po’ di storia

Originariamente la ricetta dei dorayaki prevedeva che fosse preparato utilizzando un solo strato. L’attuale forma a due piani è stata inventata da Ueno Usagiya nel 1914. Tuttora il negozio Usagiya è considerato il migliore nella preparazione dei dorayaki di tutto il Giappone. Il suo indirizzo nel caso vi trovate a Tokyo è 1-10-10 Ueno, Taito-ku.

Dora in giapponese significa gong. Il dolce probabilmente ha preso il nome dalla forma simile allo strumento musicale. La leggenda narra che un samurai di nome Benkei dimenticò il gong a casa di un contadino presso cui si nascondeva. L’uomo utilizzo il gong come stampo per preparare la ricetta dei dorayaki.

I dorayaki, al giorno d’oggi, sono famosi per essere il piatto preferito del famoso gatto della serie animata Doraemon. Se vuoi sapere di più a riguardo del gattone robot più famoso del mondo clicca qui.

 

Varietà

La ricetta dei dorayaki varia soprattutto in base al ripieno che viene aggiunto. Il più classico è l’utilizzo della marmellata di azuki, l’anko. In base alle stagioni e alla disponibilità possiamo trovarli anche con crema di castagne o cioccolato. Nella versione occidentale si possono trovare come pancake ricoperti di nutella o sciroppo d’acero. Possono essere guarniti anche con panna montata e frutta di stagione a piacimento.

 

Il cugino americano: il Pancake

Ricetta Dorayaki pancake con sciroppo aceroTutti abbiamo un cugino americano che non conosciamo, anche i dorayaki. I pancake sono frittelle molto simili alle crepes ma molto più spesse circa 3-5 mm. L’impasto comprende ingredienti come il burro, la farina, il latte, la vanillina, il sale, lo zucchero e le uova. L’utilizzo di lieviti o bicarbonato di sodio danno all’impasto la consistenza necessaria a raggiungere quello spessore.

Anche per i pancakes ci sono molte varianti che vedono l’aggiunta di cannella, miele o l’utilizzo dello yogurt al posto del latte. Solitamente si accompagnano con sciroppo d’acero, confettura o burro d’arachidi. Ma esistono anche varianti salate con burro fuso, uova e bacon.

In America i pancake vengono chiamati anche hotcake, griddlecake o flapjack. Una versione simile ma più piccola viene consumata in Gran Bretagna durante il martedì grasso (Pancake Tuesday) e si chiama Scotch pancake. In Australia e Nuova Zelanda si chiamano pikelet e vengono serivit con panna e marmellata. Nei Paesi Bassi gli ingredienti dei pannenkoek sono gli stessi delle crepes francesi ma meno sottili. Anche in Argentina, Cile ed Uruguay vengono consumati con dolce di latte e manjar e si chiamano panqueque.

Fluffy Pancake

Ricetta Dorayaki Fluffy PancakeI fluffy pancakes sono i più alti dolci giapponesi mai visti, quasi una spanna ognuno. Hanno la stessa consistenza di un soufflè e sono piuttosto burrosi ma delicati.

In Giappone li adorano e per questo si impegnano al massimo per fare i migliori pancake di sempre. A differenza dei tradizionali questi si preparano con una pastella che ricorda la meringa.

Gli albumi e la pastella vengono raffreddati prima di poterli lavorare per consentire alle frittelle di stabilizzare la consistenza ed ottenere così più altezza in cottura. E’ necessario inoltre cuocere molto lentamente i pancakes per mantenere la loro delicatezza. Infine si possono aggiungere frutta fresca marmellate o il classico sciroppo d’acero.

Ingredienti

  • 2 uova grandi
  • 15 gr di zucchero
  • ½ cucchiaio di olio di semi
  • 1 cucchiaio raso di latte
  • 20 gr di farina
  • Una punta di cremor tartaro (lievitante naturale)

La ricetta dei fluffy Pancake

  1. Separa i tuorli dagli albumi. In una ciotola mescola i tuorli, il latte e l’olio. Unisci la farina setacciata e mescola fino ad ottenere un composto omogeneo.
  2. Prepara una meringa con gli albumi. Montali con le fruste elettriche insieme al cremor tartaro. Appena compaiono le prime bollicine, unisci un cucchiaino di zucchero e continua a montare aggiungendo, poco alla volta, quello rimasto.
  3. Unisci tale composto alla miscela di tuorli, ma lentamente e senza farlo smontare, effettuando dei movimenti circolari dal basso verso l’alto.
  4. Fai scaldare bene una piastra antiaderente, ungila con poco olio e versa poca pastella per volta ben distanziata una dall’altra.
  5. Cuoci fino a quando iniziano a comparire delle bollicine sulla superficie, quindi capovolgi i pancake e completa la cottura sull’altro lato.
  6. Man mano che sono cotti, metti i pancake su un piatto caldo. Continua a cuocere fino ad esaurimento della pastella.

 

Gli strumenti e gli ingredienti

Per preparare i dorayaki non occorrono strumenti particolari. La maggior parte la si trova nelle cucine domestiche. In ogni caso ecco una lista di quello che ci serve:

Di seguito invece trovi la lista degli ingredienti:

N.B. Clicca sull’ingrediente o sullo strumento della lista per acquistare online tutto quello che ti serve per realizzare la tua ricetta dei dorayaki. Non dovrai nemmeno uscire a fare la spesa!

 

La Ricetta dei Dorayaki

Ricetta Dorayaki Dorayaki ankoTempo di preparazione e cottura: 40 min

Ingredienti per 8 dorayaki

  • 2 uova
  • 50 gr di zucchero
  • 100 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di acqua
  • 100 gr di nutella / marmellata di azuki 

Preparazione

  1. Metti in una ciotola le uova con lo zucchero
  2. Mescola con una frusta poi aggiungi la farina e mescola fino ad ottenere una pastella fluida
  3. Unisci il miele
  4. Fai sciogliere il lievito nell’acqua
  5. Aggiungi il composto alla pastella e mescola
  6. Metti il composto in frigorifero a riposare per 30 minuti
  7. Fai scaldare una padella antiaderente, versa quindi la pastella con un cucchiaio senza allargare l’impasto
  8. Quando sulla superficie inizieranno a comparire delle bollicine, gira dall’altro lato
  9. Cuoci per circa 30 secondi da questo lato
  10. Solleva man mano le frittelle e mettile su un piatto
  11. Farcisci spalmando dal lato più chiaro uno strato di nutella o marmellata
  12. Quindi richiudi i dolcetti a due a due
  13. Servi i dorayaki

Potrebbe interessarti anche…

Vuoi conoscere altri dolci giapponesi? Clicca Qui

Vuoi conoscere la preparazione di altri dolci? Clicca Qui

Se non hai voglia di preparare la ricetta per i dorayaki Clicca Qui